Tag: sono

Menu del Viaggiatore

Nella cucina di Benedetta Parodi oggi sono protagonisti i piatti internazionali, con un menu dedicato ai viaggiatori che desiderano sperimentare anche a casa la cucina di altri paesi.

Qui sotto ecco il riepilogo con tutte le ricette cucinate nella puntata di oggi.

il Menù di Benedetta del 17 febbraio 2012

(clicca sui link per vedere le ricette)

Antipasto: CAESAR SALAD – disponibile a breve
Primo: RAVIOLI CINESI – disponibile a breve
Secondo: CALAMARI SALE E PEPE – disponibile a breve
Dolce: CARROT CAKE – disponibile a breve
Primo Veloce: PENNONI CON FAGIOLINI E BRICIOLE – disponibile a breve

Couscous n’casciato coi broccoli

Mmm lo so che la conoscete…o almeno so che conoscete almeno una delle versioni della famosa e italianissima pasta n’casciata.
Ma io, stavolta, non c’ho messo la pasta. Ma il couscous, che poi, in effetti tanto italiano non è.
A me piace tanto mischiare ingredienti appartenenti a culture gastronomiche differenti , mi rende felice!
Gli ingredienti sono gli stessi della pasta n’casciata coi broccoli alla siciliana, che tanto mi ricorda la mia infanzia e i pranzetti a casa della mia nonna.
Il cous cous che ho preparato è quello che conoscete tutti e che si prepara in pochissimi minuti.
Certo, non è realizzato con il metodo tradizionale che vede due pentole, tappi realizzati con impasto di farina e acqua con una cottura di circa due ore e dove il couscous parte la cottura rigorosamente crudo. E certo, quelli sono altri sapori.
Ma infondo, il couscous precotto ci permette di poterlo assaporare velocemente e cucinarlo comunque in maniera fresca e genuina.
Vi racconto la ricetta perchè non possiede particolari grammature da elencare.
In una padella fate scaldare un filo d’olio, uno spicchio d’aglio in camicia e peperoncino (q.b)
Aggiungete i broccoli che avrete precedentemente cotto in abbondante acqua (partendo da acqua fredda).
Una volta aggiunti i broccoli in padella unite una manciata di pinoli e una manciata di uvetta  sultanina (precedentemente ammollata in acqua e ben sciacquata).
Spadellate bene e salate.
Incorporate il couscous a questo composto. e servite tiepido

Chutney di cipolle e arance

Su dieci persone che parlano di noi, nove ne dicono male e spesso la sola persona che ne dice bene…lo dice male


Antoine Rivaroli ( 1753-1801)




Mi sono chiesta se era poco ortodosso postare una ricetta, mia comunque, che ho pubblicato parecchio tempo fa…


La differenza dallo stile attuale sarà subito evidente: mancano le foto del passo passo…


Ma allora non avevo questa abitudine e ho notato con piacere che anche altre amiche hanno adottato questa utile modalità per una maggiore fruibiltà della ricetta…pensando alle cuoche in erba e meno esperte..


La foto qui sotto mostra anche il barattolo da cui ho preso qualche cucchiaio di chutney…la data è del 2006..ovviamente tutto è stato consumato ma due anni dopo la preparazione…


Questo per dire che se si seguono puntigliosamente le procedure relative all’imbarattolamento a caldo, partendo da contenitori riciclati ma con tappi nuovi, le marmellate e quant’altro si conservano veramente a lungo..


Ci possono essere incidenti di percorso ma sono rari….


Vale sempre la pena di controllare periodicamente lo stato delle nostre preparazioni conservate gelosamente in dispensa….

Con la  ricetta che pubblico oggi  partecipo  questo contest

E dopo tante e spero non inutili chiacchiere ecco la ricetta:




INGREDIENTI


1200 gr di cipolle bianche


1100 gr di arance , peso netto


1 kg di zucchero


4 dl di aceto bianco, eventualmente ridurne un poco la

quantità a secondo dei gusti


poco peperoncino sbriciolato o  in polvere







Tagliare le cipolle a fettine sottili e sbucciare le arance al



 vivo eliminando la pellicina che separa uno spicchio 


dall’altro…

Eseguire questa operazione direttamente sulla pentola, a 


fondo spesso, in cui si cuocerà la marmellata per raccogliere


 tutto il succo …

Unire tutti gli altri ingredienti che in verità sono pochi e 


mescolare continuamente fiono ad ottenere la solita 


consistenza delle marmellate….



Proudly powered by WordPress