Tag: sono

Pane di spezie di Edimburgo

L’invidia è il segno sicuro del difetto…


Dunque se è rivolta ai meriti altrui è segno del difetto dei meriti nostri…


Arthur Schopenhauer (1788-1860)



Brutta cosa l’invidia…


Non so altrove ma qui da noi si usa un sinonimo ….uno che è invidioso è uno che “rosica”…


Conosco persone che rosicano perchè, pur non volendo assolutamente avere un bambino, sono invidiosi quando altri riescono, magari dopo tante difficoltà e tentativi, ad averne uno…


Che invidiano altre persone perchè hanno una casa di proprietà pur avendo avuto la possibilità di acquistarne una…..


Che tentano di minimizzare i successi in campo lavorativo di colleghi, e non fanno nulla per riuscire dove fino ad allora hanno fallito…


Ho conosciuto una donna di cui si diceva che sarebbe stata invidiosa anche del cancro se lo avesse avuto un altro….


E potrei continuare a lungo…


Credo che una condizione del genere crei uno stato di assoluta infelicità a cui non si sa o  non si vuole porre rimedio..alla fine diventa una vera patologia…



E dopo queste auree perle di saggezza veniamo alla ricetta che propongo oggi e che è tratta da un grosso tomo che ho trovato a casa di mia figlia e che lei spesso consulta perchè oltre a ricette spiegate chiaramente trova che sia basilare l’indicazione dei tempi di preparazione e parlo del grande ricettario di Gualtiero Marchesi….


Quindi titolo e modalità di preparazione sono i suoi con qualche  modifica dovuta a quello che avevo a disposizione….


Tempo di preparazione: 20′
Costo: medio
Difficoltà:*


INGREDIENTI
300 gr di farina autolievitante
100 gr di burro
140 gr di zucchero
150 gr di datteri, peso netto
50 gr di mandorle
50 gr di noci
1 cucchiaio di pistacchi
3 uova
1 pizzico di cannella, noce moscata e chiodi di garofani
75 gr di miele millefiori


Mescolare la farina autolievitante con le spezie  ben visibili qua sotto..io ne faccio uso in modo moderato, un pizzico per ognuna,  in modo che la torta sia profumata in modo equilibrato e non in modo eccessivo….



Unire ora e mescolare con cura la frutta secca ..i pistacchi sono  stati precedentemente sbollentati e spellati…una vera rottura di scatole…..e li ho lasciati interi…

Unire anche i datteri a cui è stato eliminato il nocciolo..se sono troppo secchi vanno ammollati brevemente in acqua tiepida, strizzati ed infarinati…

Sbattere il burro fuso con lo zucchero e unire il miele….



E le uova, una alla volta…..



Versare  a manciate la farina mescolata  con la frutta secca….





E mescolare con un cucchiaio…

Fino ad ottenere un composto omogeneo…. ci vogliono pochi minuti….



Versare ora il tutto in uno stampo di silicone , base 24 cm, o in un altro di eguale misura ben imburrato e d infarinato….


Ed infornare in forno preriscaldato, ventilato a 170° per circa 40′ o fino a doratura….



Per saggiare la perfetta cottura all’interno del dolce la prova dello stuzzicadenti è indispensabile…se questo è cotto a puntino deve uscire asciutto…. 


Buona domenica a tutte!!!!

Full Article

INGREDIENTI
500 g di FARINA 00
250 g di BURRO
380 g di ZUCCHERO
100 g di FECOLA DI PATATE
250 g di MANDORLE TOSTATE
2 ALBUMI
50 g di CACAO AMARO
200 g di SPREMUTA DI ARANCIA
BUCCIA GRATTUGIATA DI 1 ARANCIA
1 CUCCHIAINO DI ESTRATTO DI VANIGLIA
10 g di PISTO  
1 PIZZICO DI SALE
2 g di AMMONIACA per dolci
per glassare
1 kg DI CIOCCOLATO FONDENTE

Buona epifania a tutti …
come avete trascorso le feste … tra parenti amici e brindisi …
noi siamo rientrati due giorni fa dalle vacanze natalizie, dove abbiamo trascorso le feste  da parenti e amici ,dove vi sono state queste grandi meravigliose abbuffate di pranzi cene e  di tanti ma tanti dolci …
siamo ormai giunti al capolinea dove la befana arriva con i suoi ultimi dolcini per i bambini e non solo *__^ quinti come si suol dire arriva l’epifania e ogni festa porta via …
da domani si ritorna alla normalità anche se a rilento ma si rientra a gestire le quotidianità giornaliere di tutti i giorni…. non vedevo l’ora io hihihihihi …
in tanto vi mostri questi deliziosi e buoni mostaccioli presi dal blog di rosa-mylittleworld i miei non sono belli come i suoi ma erano davvero molto buoni e anche molto più buoni di quelli comprati , ringrazio rosa per avermi fatto conoscere la ricetta ed e stata davvero molto carina con me GRAZIE …..
io li ho confezionati per regalarli e sono stati davvero graditi in quanto li hanno divorati lasciando in dietro quelli comprati ^__^  …
iniziamo:
nella ciotola dell’impastatrice mettere tutte le farine comprese di mandorle tritate finemente e il cacao mescolare bene , poi aggiungere tutti i restanti ingredienti mescolare con la foglia fino a ottenere un impasto morbido , (se non trovate il pisto potete usare un mix di chiodi di garofano , noce moscata , cannella in polvere , stecca di cannella , e coriandolo macinare il tutto fino a ottenere una polvere) formare una palla con l’impasto chiudere nella pellicola e porre in frigo per qualche ora …

su un piano da lavoro infarinato stendere l’impasto alto 1 cm e ricavare dei biscotti a forma di rombo , io non avendo lo stampo a rombo ho creato dei rombi a mano e in più per renderli più adatti per le festività ho fatto con gli stampi da biscotti a forma di stella e di albero di natale sono stati davvero carini nella sua forma..

ho messo le forme ricavati su carta forno e ho passato in forno caldo a 180° per 15 minuti circa , ho lasciato raffreddare i biscotti , nel frattempo ho spezzettato il cioccolato e l ho fatto sciogliere a bagnomaria senza aggiungere altro solo cioccolato , vi ho ricoperti i mostaccioli con il cioccolato

sciolto e ho lasciato solidificare su carta da forno …

quanto si sono ben solidificati ho chiuso nei sacchetti per confezionarli..

durano per diversi giorni , se non finisco quanto prima ^__^




… PROVARE PER GUSTARE …
… LIA ..

PRECISAZIONI…

N.B.Visto che mi è stato postato un commento in cui si dice che una ricetta è stata copiata, ci tengo a precisare una cosa: a parte le torte decorate che sono in tutto e per tutto di mia inventiva, il resto del blog si compone di ricette che io ho fatto ma che non ho inventato, sarebbe come mettere la ricetta della maionese e pensare che l’abbia inventata io…le ricette che metto alcune sono frutto di miei esperimenti personali e altre sono ricette trovate sul web, su libri di cucina, riviste o passate da qualche amica…ma cmq tutte ricette che io ho sperimentato e provato…
Lo scopo di questo blog e prima di tutto quello di essere un personale ricettario per me.
Se a qualcuno da fastidio in qualche maniera quello che scrivo può non leggerlo, se altri ritengono che io abbia “copiato” le loro idee originali sono pronta a cancellarle subitissimo basta saperlo.

Proudly powered by WordPress