Tag: search keywords

Pollo Tandoori

L’amore che economizza …

Non è mai vero amore..
Honoré De Balzac (1779-1850)

Mia figlia, in uno dei suoi  pellegrinaggi all’Ipercoop  specie dopo aver visionato le condizioni del suo frigo, ha notato nello scaffale delle spezie la bella confezione della Cannamela per preparare il Tandoori Masala e, guarda caso ha pensato a me e me me ha fatto dono…
Diciamo la verità: preparare questi piatti con le indicazioni recate sul retro è veramente facile e il risultato è assicurato….
Avevo già preparato, sempre con queste spezie, il Cus Cous con la carne con successo e quindi ho deciso di   preparare questo piatto con un altro tipo di polveri e sempre seguendo i consigli riportati sulla  confezione…
Riprendo in mano questo post stamattina….
E’ successo di nuovo e la cosa è molto seccante.
Google ha colpito ancora!!!
Io l’ho visto pubblicato ieri sera e l’ho consigliato non  solo su Google + ma anche su Facebook e poi, dopo un ulteriore controllo mi sono accorta che il post è monco e, a parte le poche righe iniziali, non v’è altro….
Passo subito alla spiegazione della ricetta perché non ho tempo per ulteriori spigolature e devo fare altro…
Tempo di preparazione: circa 15′, più la marinatura nella salsa che richiede 24 ore e la cottura ..altri 30′
Costo: medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI per 4 persone
800 gr sovracosce di pollo oppure di fusi
600 gr di yogurt intero
2 cucchiai di olio
2 cucchiai di succo di limone
1  1/2 cucchiaini da caffè di sale fine
2 cucchiai di spezie per Tandoori Masala Cannamela

Ecco la carne di pollo sa me usata…si possono usare anche i fusi approfittando di qualche offerta…

Praticare nella polpa due lunghi e profondi tagli longitudinali….

E questa è la bella confezione di spezie che ho usato…
Per fortuna che mia figlia me l’ha procurata all’Ipercoop 
Nel supermercato che mi è più comodo, il Carrefour,   ci sono numerose ampolline di Cannamela ma questa spezie particolari proprio sono assenti!


In una capace terrina mescolare tutti gli ingredienti elencati ….

In modo da ottenere una salsa omogenea….

Posizionare le sovracosce e rigirarle un paio di volte in modo che siano ben avvolte dalla salsa, quindi sigillare la terrina con pellicola trasparente e porre in frigo per 24 ore..


Se è possibile rigirare la carne un paio di volte….

Passate le 24 ore, o anche solo una notte, trasferire il tutto in una teglia che vada in forno e possa essere portata in tavola in modo da servire le porzioni direttamente da essa,  e infornare in forno preriscaldato, ventilato a 190° per circa 25’….

Per rendere questo piatto più completo e soprattutto unico ho consigliato a mia figlia di preparare del riso pilaf ma, per ragioni di tempo, ha optato per il cous cous che richiede 5’/7′ di preparazione…
Ha dimenticato di salarlo ma questo è stato un bene infatti ha equilibrato la sapidità e il piccantezza  della portata..
A tutte le amiche auguro un buon inizio  di settimana!!!

Crostata pesche e uva

Pensate a tutti i milioni di persone che vivono insieme anche se non gli piace…

Odiano il lavoro ma hanno paura di perderlo…

Non c’è da meravigliarsi se hanno la faccia che hanno…
Charles Bukovski (1920-1994)

Può sembrare che alterni ricette salate e dolci ma non è così….
Mi accingo a postare questo dolce prima che cada nel dimenticatoio e soprattutto che la stagione delle pesche volga al termine…
Credo che sarà possibile acquistarle anche in seguito  ma la loro bontà potrebbe essere compromessa da uno stazionamento in frigoriferi enormi e refrigerati  in modo che l’aspetto sia inalterato ma il sapore e la consistenza compromessa..
E’ quello che è successo, almeno credo, per delle albicocche acquistate da mio genero, bellissime in apparenza e carissime ma con un sospetto alone scuro all’interno dello spessore di circa un centimetro…
Un cetriolo sarebbe stato più buono!!
Ed ora dopo queste chiacchiere ecco la ricetta, prima che le amiche passino oltre!!
Tempo di preparazione: circa 40′
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
1 confezione di pasta frolla già pronta
1 grappolo di uva nera
1 pesca noce o più se necessario

Per la crema
100 gr di farina 00
1/2 litro di latte
100 gr di zucchero semolato
1 bustina di vanillina
50 gr di burro
Buccia di un’arancia grattugiata, oppure, in questa stagione,  limone
1 tuorlo 
Per la finitura
5 cucchiai di Miele  di Arancio

 Per prima cosa prepariamo il guscio di pasta frolla cotta in bianco…

Porre la pasta frolla con la sua carta da forno in cui è avvolta in una teglia di adeguate dimensioni…
Per evitare che durante la cottura i bordi della stessa ricadano sulla base, a me succedeva spesso,  porre una striscia di carta da forno sulla sua base e appoggiare all’interno uno stampo di poco più piccolo della teglia che contiene la frolla cruda e versare in quest’ultimo dei fagioli ( che possono essere usati per altre cottura di questo genere)..
Infornare in forno preriscaldato a 180° per circa 10’…

Far raffreddare un poco, levare lo stampo che conteneva i fagioli e infornare nuovamente per pochi minuti fino a che il cestino di pasta appare dorato…
Mettere da parte…

Questa è l’uva che ho usato: va denocciolata per evitare che i semini diano fastidio quando si mangia la torta…é una operazione lunghetta ma consiglio di eseguirla!!

Prepariamo ora la crema…
In un tegame mescolare la farina con lo zucchero, la vanillina e la buccia di un’arancia non trattata…

Aggiungere un poco del latte e, ottenuta una crema omogenea, tutto il latte rimasto  e il burro..
Porre sul fuoco e mescolare continuamente fino a che la crema si è addensata…
Levare il tegame dal fuoco e unire il tuorlo mescolando con energia fino a che quest’ultimo sia perfettamente amalgamato…

Far raffreddare pochi minuti la crema…

Quindi versarla sul base di frolla  e sistemare l’uva senza semini e le fette di pesca noce come appare in foto facendoli penetrare un poco nella crema…

Scaldare il miele a bagno maria..
Ho usato questo ottimo all’arancio per esaltare il profumo della buccia dell’arancia grattugiata mescolata con la crema….

Con una pennellessa velare la frutta più volte fino all’esaurimento del  miele…

Già così a questo stadio la torta promette bene!!!


Infornare nuovamente la torta in forno preriscaldato e ventilato a 180° per altri 15’/20′..

Far raffreddare perfettamente e, usando la carta da forno posta sulla base, far scivolare la torta su un piatto da portata….
Non resta che mangiarla!!!

.. TRIANGOLI FATTI IN CASA RIPIENI DI MERLUZZO CON IL BIMBY PER IL 2 GIUGNO ..

INGREDIENTI
per la sfoglia
350 g di SEMOLA rimacinata
150 g di FARINA 0
5 UOVA
40 g di OLIO evo
1 PIZZICO di SALE
per il ripieno
500 g di FILETTI DI MERLUZZO
100 g di RICOTTA
160 g di MOLLICA DI PANE
220 g di LATTE
1 ALBUME 
30 g di PARMIGIANO grattugiato
SALE e PEPE q.b.
1 PIZZICO di NOCE MOSCATA
per il condimento
2 SPICCHI D’AGLIO
2 CUCCHIAI di RIPIENO
8 POMODORINI
100 ml di PANNA
30 g di OLIO evo
SALE q.b.
PREZZEMOLO q.b.


Buon 2 giugno alla nostra Italia …
fare la pasta fatta in casa per me ormai e diventata quasi un obbligo ^__^ 
ieri abbiamo trascorso una giornata intera al mare , e oggi festa della Repubblica ci rilassiamo a casa (giusto un pochino perchè tra poco si riesce) …
quando siamo riuniti tutti a casa per il pranzo fare un piatto un pò più elaborato e fatto in casa mi piace moltissimo , diciamo quasi mi rilassa ^__^ , mi rilassa perchè mi piace viziare e coccolare la mia famiglia con il cibo , e questi triangoli li hanno davvero coccolati ..
non avevo mai fatto la pasta ripiena con il pesce , ma se posso dire che mi è piaciuto molto di più della solita pasta ripiena di carne , e non solo a me e piaciuta ..
e risultata davvero molto leggera e con un sapore molto delicata ..
se volete provarla fate pure , perchè non ve ne pentirete …
i miei due cuccioli hanno fatto il bis ..
iniziamo:
preparare la sfoglia , mettere nel boccale la semola , la farina le uova il sale e l olio impastare per 3 minuti a velocità spiga , togliete dal boccale compattare con le mani per formare una palla , mettere a riposare per 30 minuti ..
in una ciotola mettere la mollica di pane e copriamola di latte e lasciamo riposare per 10 minuti circa , prendere i filetti di merluzzo e togliere eventuale lische se ve ne sono , e dividerli a pezzi ..


mettere nel boccale pulito i filetti di merluzzo a pezzi , strizzare la mollica di pane e unirla nel bocca , aggiungere la ricotta , l’albume , il parmigiano grattugiato , il sale , il pepe e un pizzico di noce moscata , tritare per 20 secondi a velocità 7-8 , togliere dal boccale e mettere in una ciotola a riposare in frigo per 30 minuti..

nel frattempo tiriamo la sfoglia ad uno spessore non troppo fine ,  ricavare dei quadrati con la rondella dentellata , appoggiamo al centro di ogni quadrato un cucchiaino abbondante di ripieno , bagnare leggermente i bordi della sfoglia con un goccio di acqua e chiudiamo a triangolo e sigillare bene i bordi , appoggiare i triangoli su vassoio di carta spolverati con la semola , lasciate seccare per 1 ora circa i trinagoli..

preparare in condimento:
in una padella antiaderente mettere l’olio evo sbucciare l’aglio con lo spremi aglio e fate rosolare prendere 2 cucchiai abbondanti del ripieno e fatelo rosolare per qualche minuto a fuoco dolce , lavate e asciugate i pomodorini divideteli a metà e aggiungeteli nella padella aggiustate di sale fate cuocere mescolando spesso per 5 minuti a fuoco vivo ..

 unite la panna mescolate per amalgamare il tutto aggiungete mezzo bicchiere di acqua calda e fate cuocere per 3 minuti circa senza far asciugare ..
lessare i triangoli in abbondante acqua salata scolateli e trasferiteli nella padella con il condimento fate saltare per qualche minuto e servire in tavola cosparsi con del prezzemolo tritato..

… PROVARE PER GUSTARE …
… LIA …
 BUON PROSEGUIMENTO DI SERATA …

Proudly powered by WordPress