Tag: imenudibenedetta.la7.it

…:::TORTA RIGO’ JANCSI:::…

Ringrazio Nanni per questa ricettina…
molto molto buono questo dolce.
TORTA RIGO’ JANCSI … O PER ME LA TORTA TARTARUGA!!

Ho seguito alla lettera la ricetta di Nanni, tranne per la composizione poichè il tempo a mia disposizione era limitato. Non è certo bella come la sua… però è buonissima!!

Ingredienti

Burro 100 gr
Zucchero a velo 80 gr
Uova 4
Cacao 20 gr
Farina 80 gr
Cremor tartaro 1/2 cucchiaino

Per la crema

Cioccolato fondente 70% 150 gr
Panna fresca 600 ml
Zucchero a velo 50 gr

Per la copertura
Gelatina di albicocche
Cioccolato fondente (70%) 150 gr

INIZIAMO

Preparare intanto la pasta: separare le uova, montare il burro a frusta con metà zucchero finché diventa una spuma bianca soffice, incorporarvi poi i tuorli uno alla volta. Con una spatola incorporare poi gli albumi montati precedentemente a neve con l’altra metà dello zucchero ed il cremor tartaro.

Setacciare assieme farina e cacao incorporando sempre con delicatezza al composto. Stendere e livellare su una teglia di 20×40 cm coperta di carta forno e cuocere in forno già caldo a 180° per 20′ circa.

Una volta fredda tagliare la pasta a metà esatta in modo da ottenere due pezzi uguali. Preparare la crema del ripieno: fondere il cioccolato, lasciarlo raffreddare un po’ ed aggiungervi poco alla volta mescolando con una spatola 50 ml di panna intiepidita, montare la panna rimanente con lo zucchero a velo e poi con una frusta incorporarvi la ganache di cioccolato.

Per facilitare la composizione del dolce io ho usato uno stampo da plum cake: mettendo sul fondo una parte del pan di spagna, poi la ganache al cioccolato e infine chiudere con l’altro strato di pan di spagna. Traferire il composto nel congelatore per qualche ora. Passato questo tempo Sfornare il dolce dallo stampo e spennellare la superfice con la gelatina di albicocche.
Per la decorazione vi riporto la spiegazione di Nanni :
ritagliare delle striscie di acetato per uso alimentare sul quale stendere il cioccolato fondente temperato. Lasciar raffreddare bene le decorazioni, distaccarle dal foglio di acetato e posizionarle sulla superficie coperta di gelatina lasciando uno spazio sottilissimo tra quadrato e quadrato per far posto alla lama che dovrà tagliare le porzioni.

Tagliare ben fredda, e servire..

…PROVARE PER GUSTARE…
Pina

https://homeworkme.com/

buy free viagra trial voucher online free

Degli gnocchi freschi di patate insaporiti con un semplice condimento di fontina e parmigiano.

Preparazione:
in una ciotola impastare la farina con le patate già lessate e schiacciate e il sale.
Su una teglia adagiare la fontina tagliata a pezzetti.
Ammorbidire i cubetti di fontina sopra una pentola con acqua salata in ebollizione.
Ottenere gli occhi dall’impasto pressandoli leggermente con la forchetta per dare la forma.
Lessare gli gnocchi nell’acqua dove si è fatto sciogliere il formaggio.
A fine cottura amalgamare gli gnocchi con la fontina sciolta e del parmigiano.

Guarda il Video

 

Ciabatta atto II. Express!

Ovvero…quando il tempo si fa ostile e uscire di casa diventa un’odissea ..il pane lo fai da te ! E la cosa ancora più sorprendente, è che lo impasti, lo cuoci e lo mangi in giornata! 

Sono davvero ancora stupita dalla magia di questa ciabatta! Senza dimenticare la soddisfazione di mangiare pane caldo e appena sfornato a pranzo..

Dovete assolutamente provarla ..e se ci sono riuscita io che sono una dummies in fatto di pane..però posso dire di aver fatto un grosso passo avanti oggi, e mi trovo assolutamente nella condizione di dovervi caldamente consigliare, provatela!!
Gli ingredienti per 1 Kg di pane sono:
500 g di farina “00”
370 g di acqua tiepida (temperatura non superiore a 18-19°C)
20 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele
5 g di sale
semola rimacinata di grano duro per la spianatoia
Il procedimento è estremamente semplice e veloce.
Se disponete di una planetaria disponete la farina nella ciotola e montate la foglia o “k”.
Se non disponete di un’impastatrice invece disponete la farina a fontana su di un piano da lavoro e lavorate come segue.
Nell’acqua (attenzione mai calda!)  sciogliete il lievito con il miele e incorporate questo composto poco a poco sulla farina (velocità media se usate la planetaria).
Lasciate incordare l’impasto molto a lungo, dovrà risultare ben legato e liscio.
Unite per ultimo il sale.
Riponete il composto così ottenuto in una ciotola capiente, leggermente infarinata. 
Coprite e lasciate riposare in luogo caldo per circa tre ore.
Trascorso questo tempo infarinate con la semola la spianatoia e lasciate cadere l’impasto direttamente su di essa aiutandovi con le mani o con un tarocco appena infarinato.
Cospargete la superficie dell’impasto di semola, lasciate riposare 20 minuti.
Preriscaldate il forno a 240°C e infarinate una teglia (mai carta forno!).
Prendete l’impasto con le mani e trasferitelo sulla teglia, infornate e cuocete per circa  35-40 minuti.
Io ho deciso di fare un pane grande grande ma volendo è possibile ovviamente tagliare l’impasto (con il tarocco) porzionandolo in pagnotte della dimensione che desiderate facendo sempre attenzione a far capitare la parte corrispondente al taglio verso l’alto.(questo richiede ovviamente un po’più di tempo).

Proudly powered by WordPress