Tag: alla

Pane di spezie di Edimburgo

L’invidia è il segno sicuro del difetto…


Dunque se è rivolta ai meriti altrui è segno del difetto dei meriti nostri…


Arthur Schopenhauer (1788-1860)



Brutta cosa l’invidia…


Non so altrove ma qui da noi si usa un sinonimo ….uno che è invidioso è uno che “rosica”…


Conosco persone che rosicano perchè, pur non volendo assolutamente avere un bambino, sono invidiosi quando altri riescono, magari dopo tante difficoltà e tentativi, ad averne uno…


Che invidiano altre persone perchè hanno una casa di proprietà pur avendo avuto la possibilità di acquistarne una…..


Che tentano di minimizzare i successi in campo lavorativo di colleghi, e non fanno nulla per riuscire dove fino ad allora hanno fallito…


Ho conosciuto una donna di cui si diceva che sarebbe stata invidiosa anche del cancro se lo avesse avuto un altro….


E potrei continuare a lungo…


Credo che una condizione del genere crei uno stato di assoluta infelicità a cui non si sa o  non si vuole porre rimedio..alla fine diventa una vera patologia…



E dopo queste auree perle di saggezza veniamo alla ricetta che propongo oggi e che è tratta da un grosso tomo che ho trovato a casa di mia figlia e che lei spesso consulta perchè oltre a ricette spiegate chiaramente trova che sia basilare l’indicazione dei tempi di preparazione e parlo del grande ricettario di Gualtiero Marchesi….


Quindi titolo e modalità di preparazione sono i suoi con qualche  modifica dovuta a quello che avevo a disposizione….


Tempo di preparazione: 20′
Costo: medio
Difficoltà:*


INGREDIENTI
300 gr di farina autolievitante
100 gr di burro
140 gr di zucchero
150 gr di datteri, peso netto
50 gr di mandorle
50 gr di noci
1 cucchiaio di pistacchi
3 uova
1 pizzico di cannella, noce moscata e chiodi di garofani
75 gr di miele millefiori


Mescolare la farina autolievitante con le spezie  ben visibili qua sotto..io ne faccio uso in modo moderato, un pizzico per ognuna,  in modo che la torta sia profumata in modo equilibrato e non in modo eccessivo….



Unire ora e mescolare con cura la frutta secca ..i pistacchi sono  stati precedentemente sbollentati e spellati…una vera rottura di scatole…..e li ho lasciati interi…

Unire anche i datteri a cui è stato eliminato il nocciolo..se sono troppo secchi vanno ammollati brevemente in acqua tiepida, strizzati ed infarinati…

Sbattere il burro fuso con lo zucchero e unire il miele….



E le uova, una alla volta…..



Versare  a manciate la farina mescolata  con la frutta secca….





E mescolare con un cucchiaio…

Fino ad ottenere un composto omogeneo…. ci vogliono pochi minuti….



Versare ora il tutto in uno stampo di silicone , base 24 cm, o in un altro di eguale misura ben imburrato e d infarinato….


Ed infornare in forno preriscaldato, ventilato a 170° per circa 40′ o fino a doratura….



Per saggiare la perfetta cottura all’interno del dolce la prova dello stuzzicadenti è indispensabile…se questo è cotto a puntino deve uscire asciutto…. 


Buona domenica a tutte!!!!

dice resume writing service

Benedetta affida la preparazione del primo per il pranzo natalizio in famiglia alle mani sapienti di Tata Lucia, che in compagnia della nipotina Francesca ha proposto un riso pilaf alla melagrana, servito in cestini di pasta sfoglia. Ricetta che merita assolutamente di essere provata!

Puntata I Menu di Benedetta: 20 dicembre 2012 (Menu Natale in Famiglia)
Tempo preparazione e cottura: 45 min ca.

Ingredienti Riso Pilaf alla Melagrana per 4 persone:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia
  • 1 cipolla
  • 80 gr di burro
  • 400 gr di riso
  • 450 ml di succo di melagrana
  • 400 ml di brodo vegetale
  • chicchi di melagrana qb
  • gherigli noci qb

Procedimento ricetta Riso Pilaf alla Melagrana di Benedetta Parodi

  1. Ricavare dei dischi di pasta sfoglia utilizzando un piattino per la forma.
  2. Con una formina a stella tagliare la pasta lungo la circonferenza dei dischi (vedi video).
  3. Adagiare ogni disco di sfoglia in una cocotte capovolta su una teglia, ritagliare la carta forno in eccesso.
  4. Mettere nella teglia anche le stelline di pasta sfoglia ed infornare il tutto.
  5. In una padella rosolare la cipolla tritata con il burro, poi versare il riso e tostarlo bene.
  6. Sfumare con il succo di melagrana aggiunto poco alla volta.
  7. Aggiungere anche tutto il brodo, amalgamare poi trasferire in una teglia e coprire con carta alluminio.
  8. Infornare il riso a 180 gradi per 18 minuti.
  9. Aggiungere i chicchi di melagrana e le noci sbriciolate e mescolare sgranando bene il riso con la forchetta.
  10. Impiattare il riso nei cestini completando con le stelline di pasta sfoglia ed una candelina natalizia

Proudly powered by WordPress