Categoria: Ricette Varie di Cucina

.. SANTO PAPA ALLO STADIO DI FIRENZE GRAZIE FRANCESCO , PANE AL LATTE SEMI INTEGRALE MODIFICATO CON IL BIMBY MORBIDO E BUONO ..

 INGREDIENTI
250 g di FARINA MANITOBA
300 g di FARINA INTEGRALE
310 g di LATTE
5 g di LIEVITO DI BIRRA
35 g di ZUCCHERO
50 g di BURRO
1 CUCCHIAINO 1/2 DI SALE
1 UOVO 
SEMI DI PAPAVERO q.b.
SEMI di SESAMO q.b.


Buon pomeriggio …
prima di passare alla ricetta vi scrivo due righi per dirvi della bellissima emozione avuta ieri con il Gran Papa ..
Dopo 29 anni ieri si e tenuta una giornata memorabile a Firenze della visita del nostro amato Papa FRANCESCO , una persona fortemente umile ,  e fortemente amata , dai suoi imprevedibili gesti e dalle sue preziose parole e pensieri …
lo stadio Artemio Franchi di Firenze ieri era completamente pieno di persone , di ragazzi ,  bambini , persone disabili insomma era pieno per la sua amata visita , non ci sono parole dai brividi che mi hanno attraversato per il corpo vedendolo li a pochi centimetri da me , sentire la sua voce e sentire fortemente la sua parola.. 
mi capita di sentirlo e vederlo per la televisione , ma vederlo e sentirlo da vicino e davvero un emozione unica indescrivibile …
vi lascio solo una foto scattata da vicino dove il suo volto mette dolcezza e serenità …
GRAZIE FRANCESCO ..
Mi sono fatta dare questa ricetta da mia nipote che da qualche mese ha comprato il bimby nuovo , avendo provato il pane a latte a casa sua mi era piaciuto dalla morbidezza ..
io l ho modificato  mettendo metà farina integrale e meno lievito e prolungando la lievitazione …
iniziamo:
mettere nel boccale il latte il lievito sbriciolato e il burro morbido e lo zucchero azionare per 3 minuti a 37° a velocità 2 ..

 aggiungere la farina manitoba e la farina integrale , aggiungere il sale e impastare per 3,30 a velocità spiga , togliere l’impasto dal boccale che sarà morbido ma non appiccicoso  e lavorarlo sul piano da lavoro fino a renderlo liscio , mettere in un contenitore leggermente unto di olio evo chiuderlo con il tappo o con la pellicola e mettere in forno spento con luce accesa fino a raddoppio del volume …


una volta trascorso il tempo di lievitazione , togliere dal contenitore con il piano leggermente infarinato dividere in tre parti uguali l’impasto , prendere ogni pezzo e lavorarlo a formare un salsicciotto lungo almeno 40 centimetri… 


una volta formati i tre salsicciotti intrecciare i tre rotoli formare una treccia unendo le due stremità , rivestire la placca da forno con carta forno e appoggiare sopra la treccia di pane e coprire con un canovaccio inumidito e mettere in forno spento a lievitare  per circa 1:30 …


quando sarà ben lievitato sbattere un uovo e spennellare la superficie e cospargere con i semi di sesamo e papavero …potete anche omettere questi ultimi una volta spennellato di uovo ..
passare in forno caldo a 180° per circa 30 minuti , o fino a giusta doratura , togliere dal forno e lascia raffreddare su una griglia ..
tagliare a fette una volta freddo e consumare con qualcosa di dolce o con degli ottimi salumi ..
resta morbido anche il giorno dopo e anche dopo , se vi avanza ^_^  

 … PROVARE PER GUSTARE …
… LIA …

Il lemon curd

Le donne vogliono un marito che sia un genio.
Quando si sposano vogliono che sia un babbeo…
Achille Campanile ( 1899-1977)

Quanto recita l’aforisma è ovviamente opinabile ma aiuta a sorridere un po’!!!
Ho preparato due volte il lemon curd.
La prima ieri sera e poi nuovamente stamattina..
Perché??
I risultati ottenuti sono stati ugualmente accettabili ma, mentre preparavo la prima versione, era sorta in me una grossa perplessità circa la quantità di acqua da usare…
La ricetta proviene dal web e credo che tutte le “consorelle” siano più o meno simili ma, mentre aggiungevo l’acqua al miscuglio di zucchero e fecola (si vedrà meglio nel passo passo)mi è sembrata eccessiva.
Ben 400 ml!!
Alla fine a forza di girare e cuocere il lemon curd ho  raggiunto  la densità giusta…
Stamattina quando ho preparato di nuovo la  crema ho ridotto drasticamente la quantità del liquido da aggiungere e me la sono cavata in pochissimo tempo…
Posso dare qualche consiglio alle amiche che si possono accingere a preparare questa deliziosa crema molto versatile??
Separare con cura i tuorli dagli albumi altrimenti capiterà ( a me è successo) che in fase di cottura possano apparire tanti corpuscoli bianchi ..qualche  particella degli albumi che ho eliminato una per una..
Preparare tutti gli ingredienti prima di accingersi alla cottura si farà molto più in fretta al momento opportuno..
Sembrerò saccente ma so che alcune amiche alle prime armi hanno bisogno di alcune dritte che alle vecchie volpi dei fornelli come  tante di noi sembrano ovvie…
Imbarattolare immediatamente la crema e tappare per bene il vasetto facendolo raffreddare coperto da un panno o un plaid..
Si conserverà più a lungo..
E  quello che avanza porlo in un contenitore con una buona chiusura e conservare in frigo per un tempo limitato..
Tanto non durerà a lungo!!
Gli usi??
A colazione con il pane.
Per farcire i dolci e le torte..
Per regalare agli amici per Natale e chi ne ha più ne metta!!
Un pregio del lemon curd che si aggiunge al fatto che è buonissimo: costa veramente poco..
Chi non ha in frigo le uova, i limoni, e un poco di burro???


Tra parentesi ho indicato le quantità da me usate per la seconda preparazione (molto più veloce della prima…l’acqua aggiunta era mooolto meno!!)

Tempo di preparazione : circa 30′
Costo: Basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI PER UN BARATTOLO  MEDIO

3 LIMONI BIOLOGICI
250 GR DI ZUCCHERO ( RIDOTTI A 200)
400 ML DI ACQUA ( RIDOTTI A 250)
30 GR DI FECOLA DI PATATE
3 UOVA BIOLOGICHE

Separare con cura i tuorli dagli albumi…

Spremere e filtrare il succo di 3 limoni…

Grattugiare solo la parte gialla di due…

Mescolare lo zucchero con la fecola…

Unire l’acqua  e mescolare fin quando tutto lo zucchero si è sciolto..

Aggiungere il succo di limone filtrato con cura..

Unire i tuorli e mescolare fin quando si ottiene un mix omogeneo…

A questo punto porre il tegame sul fuoco e mescolare in continuazione fin quando la crema si addensa…
Aggiungere la buccia di limone e mescolare ancora…

E per ultimo il burro a pezzetti e a temperatura ambiente…
Cuocere ancora per 3’/4′ quindi versare la crema in un barattolo che va tappato subito e coperto da un plaid affinché giunga gradualmente a temperatura ambiente…

Ciò che eventualmente dovesse avanzare va  conservato in frigo e consumato a breve…

Buona e dolce serata a tutti!!!

Comunicazione di servizio: Ci risiamo con il FURTO DI IMMAGINI E RICETTE

Devo alla grande cortesia di una collega blogger l’aver appreso che il ciclico ( per quanto io ne possa essere a conoscenza) furto di immagini e ricette avviene con regolarità.
Infatti la gentilissima Perla del blog Manciata di stelle mi ha avvista con una e mail che qui allego. 

“Ciao, sono Perla di manciatadistelle,
ti scrivo perché mi è sembrato di riconoscere una tua foto (per via dello sfondo) su una pagina FB che ruba foto e procedimento della ricetta (fra l’altro ritagliandola in modo che non si vedano le eventuali firme e senza chiedere il permesso di pubblicarle).
Qui c’è la foto, ti consiglio di chiedergli di eliminarla e se non lo fanno, di rivolgerti a chi di dovere!

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=521470577874569&set=pb.468943476460613.-2207520000.1358103180&type=3&src=https%3A%2F%2Ffbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net%2Fhphotos-ak-ash3%2F64965_521470577874569_1805638471_n.jpg&size=320%2C240 
In questa pagina appare un muffin con fondo verde e centrino di pizzo di carta che uso sempre…..chi mi segue lo noterà facilmente.

Per quello che mi riguarda ho messo un commento piuttosto duro in cui evidenziavo che la foto era stata rubata  e il link del blog da cui era stata scippata…
Chiedo alle amiche di stare all’erta e farmi sapere se hanno potuto constatare simili  episodi antipatici, vigliacchi e  seccanti.
E se si di darmi qualche dritta per far smettere questo furto ..il rendiconto che chi li effettua deve essere notevole se si ribassano ad agire in questo modo.
Un grande grazie a tutte!!!

Proudly powered by WordPress