Categoria: Ricette Dolci e Torte

Diamantini al cioccolato

…ricetta di Pierre Hermè.

280 g.  di burro
115 g. di zucchero a velo
35 g. di  tuorlo d’uovo
285 g. di farina
75 g. di cacao amaro
1/2 bacca di vaniglia (polpa)

Sabbiate con il gancio dell’impastatrice il burro morbido (15°) con la farina. Aggiungete il tuorlo, la polpa di vaniglia e lo zucchero a velo setacciato con il cacao in polvere. Formate dei filoncini, avvolgeteli nella pellicola e fate raffreddare in frigo.
 Estraete i filoncini dal frigo e rotolateli nello zucchero semolato. Tagliate dei dischetti e cuocerli in forno a 170° per 20 minuti.

Frittelle.

Io, questo fritto, non lo mollo piùùùù!! Provateci, da veramente grandi soddisfazioni!
Per circa 17-20 frittelle grandi, 30, 37 piccole
330 g di farina 00
230 g di farina Manitoba
130 g di latte intero a temp. ambiente
130 g di acqua a temp. ambiente
15 g di lievito di birra fresco
1 uovo grande
50 g di zucchero semolato
50 g di burro morbido
9 g di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 lt di olio di semi di arachidi per friggere
zucchero semolato
Miscelate le farine nella ciotola della planetaria e in un contenitore a parte mescolate il latte, l’acqua, lo zucchero e il lievito di birra (non freddo) sbriciolato.
Azionate la planetaria a media velocità colando poco a poco sugli ingredienti secchi la miscela di quelli liquidi.
Fate incorporare bene tutti gli ingredienti.
Abbassate la velocità, quindi unite la vaniglia e l’uovo.
Lasciate che l’impasto assorba bene l’uovo, quindi iniziate ad unire a piccoli pezzi e poco per volta il burro.
Dovrete ottenere un impasto ben incordato e liscio, ci vorranno circa 7-8 minuti perché possiate ottenere la giusta consistenza.
Quindi unite il sale.
Il composto dovrà staccarsi dalle pareti della ciotola della planetaria e solo allora sarà pronto.
Riponete il composto ottenuto in una ciotola e ricoprite con della pellicola a contatto.
Tenete lontano il più possibile da correnti d’aria, meglio se conservato in un luogo asciutto, magari ben caldo (28°C circa) anche il forno con lucina accesa va bene.
I tempi possono essere diversi potrebbe occorrere un’ora e mezza oppure due, l’importante è che il composto raddoppi il suo volume.
Trascorso questo tempo prendete l’impasto e lavoratelo con il mattarello su di un piano da lavoro infarinato e portatelo allo spessore di circa 1 cm.
Quindi con l’aiuto di un taglia pasta di 8-9 cm circa di diametro o un bicchiere, ritagliate le vostre frittelle.
Sempre con l’aiuto di un tagliapasta più piccolo praticate quindi il foro al centro.
Procedete in questo modo sino ad esaurimento della pasta.
Lasciate le frittelle riposare per circa un’ora, coperte su di un piano da lavoro infarinato ben distanziate fra loro.
Trascorso questo tempo sarete quindi, pronti per friggere.
L’ideale è usare una pentola bassa di medie dimensioni e non friggere più di due bomboloni alla volta.
La temperatura dell’olio corretta per la cottura è di 170°C o che comunque non superi i 180°C.

Cremoso alla vaniglia, bavarese leggera allo yogurt, streusel alle nocciole

Un’altra ricetta realizzata in collaborazione con Mein Cupcake
Gli stampini in silicone, deliziosi per preparare monoporzioni di qualunque dessert cremoso voi desideriate e il preparato per la bavarese allo yogurt li potete trovare sul sito indicato.
I loro prezzi sono davvero competitivi e la scelta sul materiale d’uso “pasticcero”  è davvero infinita!
Sono certa che troverete quel che cercate da tempo e non siete mai riuscite ad avere…e anche molto di più! 
Per il resto..la fantasia non deve mancare mai! 😉
Per il cremoso alla vaniglia (da una ricetta di Maurizio Santin)
500 g di panna
100 g di zucchero semolato
100 g di tuorli
vaniglia in bacche
7,5 g di gelatina in fogli da 2 g
100 g di panna semimontata
Preparate una crema inglese facendo scaldate la panna con la bacca vuota della vaniglia. Mescolate i tuorli con lo zucchero, aggiungete la polpa della bacca e unite la panna calda. Fate cuocere fino a 82°C. 
Aggiungete la gelatina in precedenza idratata con 5 volte il suo peso in acqua, mescolate bene e filtrate il tutto, passando al setaccio.
Fate scendere la temperatura mettendo la crema in un bagno di ghiaccio almeno fino a 30-35°C. Aggiungete la panna.e colate il cremoso negli stampini in silicone.
Tenete in freezer sino al momento dell’uso.
Per gli streusel alla nocciola (da una ricetta di Philippe Conticini)
50 g di burro morbido
50 g di zucchero di canna
65 g di farina di nocciole
50 g di farina 00
2 pizzichi di fleur de sel
Mettete tutti gli ingredienti in un mixer e mescolate fino ad ottenere delle grosse briciole, mettere su una teglia e cuocere a 155°  per 30 minuti.
*abbiate l’accortezza di sciogliere il sale in poca acqua prima di inserirlo insieme agli altri ingredienti, in questo modo il sapore del sale si distribuirà in maniera omogenea in tutto il composto.
In caso contrario sentiremo i granelli di sale in alcuni pezzi e in altri no.

Proudly powered by WordPress