ROTOLO VERDE PRIMAVERA…

Le passioni sono i soli oratori che persuadono sempre…

Il più semplice degli uomini che nutra una passione è più convincente del più eloquente che ne sia privo…
Francois de La Rochefoucauld (1613-1680)


Ragazze!!!
La foto di questo rotolo vi convince????
Come diceva mio padre (classe 1910) :”Una fotografia vale più di mille parole” e nel 1956  mi iscrisse, con questa convinzione sempre attuale e valida,  all’Istituto per Arti Grafiche e Fotografiche mentre svolazzavano i dinosauri!!!
Il resto è …storia ahahah!!!

L’unica difficoltà , se tale la possiamo definire, è la preparazione del rotolo di spinaci ma il passo passo potrà essere di aiuto per le amiche meno esperte!!
Figura fa figura ma è molto buono e adatto, quando si deciderà a far caldo, anche come fresco antipasto o piatto di mezzo…
Poi, ovviamente, ognuna lo potrà servire, sempre che la ricetta piaccia, come e quando vuole!


Ho scovato questa bella ricetta su un vecchio numero di Cucina No Problem
Tempo di preparazione: 30′ per il rotolo e 20′ per l’allestimento finale.
Costo: Medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

400 GR DI SPINACI SURGELATI O  FRESCHI SE SI PREFERISCE

4 UOVA GRANDI

250 GR DI RICOTTA
100 GR DI ROBIOLA
10 POMODORI SECCHI SOTT’OLIO
100 GR DI PARMIGIANO GRATTUGIATO
NOCE MOSCATA SALE PEPE Q.B.
  1 CUCCHIAIO DA THE DI ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP INVECCHIATO

Per velocizzare la spiegazione della ricetta salto il passaggio relativo alla cottura degli spinaci…
Se sono freschi basta cuocerli, dopo accurato lavaggio, senz’acqua..
Scolarli, strizzarli e passarli in padella con olio extravergine e uno spicchio d’aglio da eliminare a fine cottura..
Vanno quindi tritati…
Se surgelati seguire le istruzioni stampate sulla confezione  quindi procedere come su indicato per l’insaporimento in padella…
 In una capace scodella sbattere i tuorli con il parmigiano grattugiato ( lasciarne da parte   30 gr  da usare in seguito) Aggiungere sale, pepe e il cucchiaino da the di aceto balsamico di Modena invecchiato..
Amalgamare con cura…

Unire gli spinaci insaporiti precedentemente e appena tiepidi e mescolare per bene..

Ultima aggiunta: i bianchi montati a neve fermissima con un pizzico di sale…
Anche qui amalgamare con delicatezza…

Porre su uno stampo rettangolare cm. 23×32 un foglio si carta da forno bagnato e strizzato …
Livellare ed infornare in forno preriscaldato, ventilato e con il termostato impostato sui 180° per circa 20′..

La base deve risultare rappresa ma morbida…
Rovesciarla subito su un altro foglio di carta da forno di dimensioni adeguate cosparso con il restante parmigiano grattugiato…

Mentre la base è in forno lavorare la ricotta con la robiola e pepe grattugiato al momento…

Scolare i pomodori dall’olio di conservazione e tagliarli a pezzetti..

Spalmare la ricotta sulla base di frittata in modo uniforme, distribuire i pomodori a pezzetti come appare in foto e, aiutandoci con la carta da forno, arrotolare strettamente …

E,  aiutandoci con la carta da forno, arrotolare strettamente il tutto…

Formare una specie di salame e porre in frigo per almeno un’ora o anche di più se non si intende consumare subito il rotolo..

Ora finalmente, mentre scrivevo  il post, è uscito finalmente il sole…
Bellissima giornata a tutti!!!

Pico de Gallo

Dopo Fagioli Messicani e Salsa Guacamole, vediamo di seguito come preparare la Pico de Gallo secondo la ricetta presentata oggi da Benedetta Parodi.

Puntata I Menu di Benedetta: 13 gennaio 2012 (Menu Tex Mex)
Tempo preparazione e cottura: 10 min ca.

Ingredienti Pico de Gallo:

  • pomodorini qb 
  • 1 cipollotto
  • sale 
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • prezzemolo qb
  • il succo di ½ limone

Procedimento ricetta Pico de Gallo di Benedetta Parodi

  1. Tagliare i pomodorini e il cipollotto molto finemente e unirli.
  2. Salare e aggiungere un po di zucchero e prezzemolo tritato, con il succo di limone.
  3. Lasciare macerare per qualche decina di minuti

Lasagne al radicchio tardivo di Treviso



Ho preparato questa ricetta per il giorno di Natale e devo dire è riuscita alla perfezione in tutto e per tutto.
Ecco gli ingredienti:(questi ingredienti sono per una classica teglia da pasticcio quelle rettangolari)
RADICCHIO tardivo di Treviso,4 cambe
OLIO e.v.o.,

CIPOLLA,mezza
PARMIGIANO grattugiato,
PROVOLA (io ho usato quella affumicata),due provole
SPECK a fettine,tre confezioni circa 300 g
VINO bianco,un bicchiere
PASTA per lasagne,una confezione
LATTE,
FARINA,
BURRO,
NOCE MOSCATA,
SALE e PEPE.

Tritare finemente la cipolla e metterla a rosolare dolcemente in una capace padella con poco olio.
Nel frattempo curare, lavare e tagliare a stiscioline il radicchio di Treviso
Metterlo in padella con la cipolla e farlo stufare lentamente senza aggiungere nessun liquido.Mentre il radicchio cuoce, sbollentare i fogli di pasta per lasagne e metterli ad asciugare su un canovaccio.
Fare la besciamella, io l’ho preparata con 750 ml. di latte, 60 gr. di burro e 70 gr. di farina, sale e pepe e, a piacere, noce moscata. Ne ho fatta parecchia perchè ho fatto una teglia grande (il radicchio era quasi 1 kg!)
Quando il radicchio è ben appassito, se piace spruzzare poco vino bianco.Spalmare un velo di besciamella sul fondo della teglia da forno ben imburrata, metterci sopra la pasta in modo da coprire il fondo, versare una parte del composto di besciamella e radicchio, appoggiare le fettine di prvola, quelle di speck e il parmigiano gratuggiato; continuare fino ad esaurimento degli ingredienti finendo con radicchio, provola e parmigiano. Mettere qualche fiocchetto di burro ed infornare a 180° per circa 30 minuti.

Vi garantisco che è più semplice di quanto possa sembrare, in alternativa alla pasta secca potete usare la sfoglia di pasta fresca all’uovo che non necessita di essere sbollentata ma la potete mettere direttamente in forno così com’è.
Buon appetito a tutti!
 

Proudly powered by WordPress