Subscribe via RSS

Zippulas (a sa Casteddaia)

Vi propongo la ricetta di carnevale per eccellenza, che qui, dalle mie parti, va ovviamente per la maggiore!
Deliziose, calde, morbide zeppoline…le ho impastate con il bimby! quindi sono ancora più veloci e facili! Lavorare l’impasto delle zeppole non è cosa facile e veloce e ammetto che disponendo di un’aiuto come il bimby ho ovviamente preferito non sporcarmi le mani stavolta!;) Inutile dire che potreste impastare anche con un’impastatrice.

Ingredienti e dosi per circa 40 zeppole

500 g di farina  00
25g  lievito di birra
2 uova 
il succo di un’arancia 
buccia grattuggiata di due arance
1 bicchierino di fil’e ferru o grappa
10g di sale fino
100g di patata bollita e poi passata 
250 ml di latte intero 
2 stimmi di zafferano ( o 2 bustine di zafferano) 
olio di arachidi per friggere
zucchero semolato per impanare
Ho messo tutti gli ingredienti nel bimby e ho fatto impastare 4 min, Vel, 5. L’impasto risulta ben legato, lucido e liscio.
Versate il contenitore in un recipiente capiente e lasciate lievitare per 3 ore circa in ambiente caldo.
Trascorso questo tempo modellate delle ciambelline su di una spianatoia ben infarinata e , una volta formate, copritele con un canovaccio.
Lasciate riposare ancora un’ora e poi friggetele in abbondante olio di arachide ben caldo (180°C)
Una volta cotte, scolatele su di un panno di carta assorbente e impanatele subito nello zucchero semolate.

… BIS ZEPPOLE DI S. GIUSEPPE AL FORNO con il bimby O ZEPPOLE DI SAN PIETRO ..??!! ^__^



INGREDIENTI
100 g DI LATTE
150 g DI ACQUA
150 g DI FARINA 00
100 g DI BURRO
4 UOVA
1 PIZZICO DI SALE
crema senza uova
500 g DI LATTE
50 +100 g DI ZUCCHERO
BUCCIA DI UN LIMONE
100 g DI FARINA
100 ml DI PANNA
1/2 BACCA DI VANIGLIA
AMARENE FABBRI


Ultimamente sono molto latitante dal blog e non solo dal mio ma anche da voi …. ma diversi impegni mi tengono lontana … ma mi voglio far perdonare con queste buonissime zeppole di s giuseppe fatte al forno che mi sono state richieste da un collega di mio marito che da quando ha adocchiato il nostro blog non mi molla più ^__^ e siccome anche lui e a dieta le ho fatte al forno invece che fritte che non sono niente male anzi sono molto più saporite e sono buone anche il giorno dopo “se vi avanza qualcuna” cosi il caro pietro le ha potute mangiarle tranquillamente senza rimorsi di coscienza ^___^ quindi ora si chiamano zeppole di S. PIETRO visto che gli sono piaciute moltissimo … grazie Pietro …
ho già postato le zeppole che sono qui ma siccome ora le ho fatte con il bimby le ho volute postare anche perchè tra qualche giorno e la festa del papà quindi un auguri al mio papà e a tutti i papà del modo ….
iniziamo:
mettere nel boccale latte acqua burro e sale fate cuocere per 6 minuti a 100° a velocità 1 , aggiungere la farina e impastare per 20 secondi a velocità 4 poi cuocere per 7 minuti a 90° velocità 3 fate raffreddare nel boccale fino a far arrivare la temperatura a 37° ..



quando arriva a temperatura 37° avviare il programma a velocità 4 e aggiungere una alla volta le uova messe tutte mescolate a velocità 6 per 35 secondi , mettere l’impasto in una sac a poche con boccetta a stella rivestite la leccarda da forno con carta forno e formate delle ciambelle facendo due giri di pasta sovrapposti lasciando un piccolo buco nel centro distanziate tra loro che in cottura gonfieranno passate in forno caldo a 200° per circa 20 minuti appena saranno dorate togliere dal forno e lasciate raffreddare completamente..










nel frattempo preparare la crema che trovate il procedimento qui semplice buona e veloce vela consiglio …mettete la crema nella sac a poche dividere a metà le zeppole e riempire con la crema chiudere con l’altra metà riempire in centro con la crema lasciate in frigo per qualche ora , prima di gustare spolverare con zucchero a velo e completare con l’amarene fabbri

… PROVARE PER GUSTARE …
… LIA …

Ricerche frequenti:

Zeppole di San Giuseppe..dal 4°numero di Open Kitchen Magazine!

Per voi, per il vostro carnevale!

Zeppole di San Giuseppe

Per la pasta bignè:
125 gr. di farina 00
125 gr. di acqua
100 gr.di burro
4 uova da 55/58 gr. (225 gr pesate col guscio)
1 pizzico di sale
1 pizzico di zucchero

Per la crema

250 ml. di latte fresco intero
50 ml di panna fresca
2tuorli d’uovo
60 gr. di zucchero semolato
30 gr. di farina
zeste di un limone

ciliegine candite o amarene per decorare

Preparazione della crema

Ricavate lo zeste del limone con uno spelucchino e mettetelo nel latte e nella panna, che a sua volta metterete sul fuoco a fiamma media.
In una terrina sbattete i tuorli con lo zucchero sino ad ottenere una spuma chiara e soffice, quindi incominciate ad incorporare la farina setacciandola.
Quindi versate un parte di latte e panna in questo composto e riversate nuovamente il tutto nella casseruola con il resto del latte, filtrando e rimettendo sul fuoco.
Rimestate continuamente, la crema sarà pronta quando si sarà completamente rappresa e saranno sparite completamente tutte le bollicine e la patina bianca dalla superficie. In gergo “scrive” formando cioè un nastro che ricadendo sulla crema non si incorpora immediatamente nel composto, ma rimane in superficie “scrivendo”.
buccia di un limone.

Per la preparazione dei bignè procedete riponendo in una pentola il burro (a piccoli pezzi), l’acqua e il sale e lo zucchero.
Fate sciogliere il tutto e portate a bollore.
Sempre sul fuoco aggiungete la farina tutta insieme (che avrete prima setacciato), mescolate bene con una frusta e rimettete sul fuoco mescolando sempre e sino a che l’impasto non si stacchi bene dalle pareti della pentola (si forma una palla d’impasto).
Aggiungete quindi le uova intere una ad una assicurandovi che all’aggiunta di ogni uovo l’ultimo messo sia stato assorbito bene dall’impasto.
Per fare questa operazione potete usare comodamente un robot da cucina a una velocità media o comunque sufficente all’incorporazione delle uova.

Mettete quindi il composto in una tasca da pasticceria utilizzando un beccuccio a stella e su una placca da forno leggermente unta di burro (appena un velo), disponete i bignè tenendo la sacca da paticceria a 45° rispetto al piano della teglia (perpendicolare) e appoggiando la bocchetta.
La dimensione è approssimativa, (ma devono essere belli cicciotti) in ogni caso cercate di realizzarli il più simili possibile in modo che la cottura risulti uguale per tutti.
Infornate a 220° per 10-15 minuti.

Assemblate il dolce decorandolo con un ciuffo di crema una ciliegina candita e completate con una spolverata di zucchero a velo.

Ricerche frequenti: