Subscribe via RSS

Un nuovo sito dove acquistare al meglio: Vivere la Toscana!!!


Il nostro paese è in crisi ma questo non toglie che la nostra genialità per questo venga meno.
E gli eccellenti  prodotti della nostra terra, sapientemente trasformati, impreziositi  con ingredienti che li esaltano  e li rendono unici, sono il vanto dei nostri produttori  che giustamente ne vanno orgogliosi..
E credo fermamente che in tutto il mondo nessuno resisterebbe ai nostri  paté. conserve, marmellate, oli prosciutti, insaccati ….la lista sarebbe lunga con l’unico problema di desiderare di assaggiarli tutti e senza remora alcuna…
Sono molto contenta di proporre alle mie amiche di andare a curiosare in   questo sito..nel quale, fare acquisti   ad un prezzo contenuto e con la possibilità di avere un ulteriore sconto come spiegherò più avanti, è veramente semplice.. 
Le categorie dei prodotti in vendita sono numerose e non solo sono presenti quelli di gastronomia ma, come è possibile notare sulla barra a sinistra del sito, sono elencati anche articoli quali:  borse ed accessori, scarpe, gioielli ed orologi, cosmetici, abbigliamento e artigianato.


Vivere la Toscana è il nuovo portale e-commerce che offre la possibilità di acquistare i migliori prodotti tipici toscani comodamente online  direttamente dai produttori, dalle aziende e dagli artigiani locali, senza dispendiose intermediazioni. Ogni prodotto è stato selezionato con cura, privilegiando il livello qualitativo valutato sempre in rapporto al prezzo. Compiendo un virtuale tour attraverso i borghi e le cittadine della Toscana, semplicemente navigando nel nostro portale potrete comprare on line sia prodotti tipici dell’enogastronomia regionale, come viniformaggi eolio extravergine d’oliva, sia oggetti d’artigianato toscano, come borse e scarpe fatte a mano o preziosi gioielli artigianali. 


Inserendo questo coupon 00000068, care amiche,  coupon che vi identifica come lettrici del mio blog, potrete acquistare tutti i prodotti presenti su Vivere la Toscana ad un prezzo eccezionale esclusivo per voi: scontato del 5%. Per usufruire del coupon basta andare su www.viverelatoscana.it aggiungere al carrello un prodotto, cliccare in alto sul tasto “Carrello (1 item)” e inserire il numero sulla colonna di sinistra.
Allora cosa ne dite….vale la pena di andare a curiosare????

Pollo ai peperoni e la scomparsa dei semi…

Benritrovati cari e care!

Sono stata un po’ latitante, la motivazione più che altro la pigrizia…l’importante è saperlo ammettere.
Andando al sodo, circa 10 giorni fa ho comprato una chilata di peperoni rossi.
Dato che erano veramente tanti, mi sono adoperata per mondarli (come si suol dire in cucina) e metterli in freezer.
Ma, che cosa NON vedono i miei occhi?? I semi!!!!
In somma questi peperoni non avevano semi, o forse un due o tre…mi sono chiesta se sia una cosa normale.
No non credo sia normale, so che questo tipo di piante, tipo l’uva senza semi, viene coltivata per talea, ma non vorrei cimentarmi in discorsi che non saprei sostenere.
In  ogni caso, ho deciso di congelare i peperoni lo stesso ed effettivamente, mangiando questa pietanza, non mi sono nemmeno rimasti indigesti…mah…saranno stati veramente peperoni??
Direi di passare alla ricettina, veloce nella preparazione, secondo me.
Con questa ricetta si servono 2 persone con un buon appetito:
Ingredienti:
300 gr di fettine di pollo
Farina qb
Mezzo bicchiere di vino bianco
Olio
Aglio
Sale e erbe aromatiche
1 peperone grande
1 melanzana
Una manciata di olive nere
Basilico
Cipolla
Due o tre cucchiai di passata o concentrato di pomodoro
Acqua qb per non fare attaccare tutto
Cominciate dalla carne, in una padella fate cuocere le scaloppe di pollo infarinate in olio e aglio per cinque minuti in tutto, ovviamente rosolandole da ogni lato. Sfumate con del vino bianco e salate con sale aromatico. Spegnete e lasciate da parte.
In un’altra padella capiente, fate rosolare la cipolla in olio, aggiungete peperoni e melanzane, fate rosolare, aggiungete mezza tazza di acqua, e fate sciogliere il concentrato di pomodoro. Aggiungete acqua quando necessario, salate con sale aromatico, coprite fino a cottura. Aggiungete le olive. Cinque minuti prima di portare in tavola unite alle verdure il pollo e fate cuocere. Spegnete. Spezzettate il basilico fresco e cospargetelo sulla pietanza prima di portare in tavola.
Io ho aggiunto un po’ di peperoncino….ma se si esagera potreste rovinare la pietanza…occhio!!!!

Madeleines fourrées



Quando si dice la verità non bisogna dolersi per averla detta…




La verità è sempre illuminante…



Ci aiuta ad essere coraggiosi…
Aldo Moro ( 1916-1978)

Credo che questo mese sia stato un bagno di sangue per le nostre finanze…almeno per le mie:


Affitto
Gas per riscaldamento
Luce ( mi chiedo perché nelle due precedenti fatture la cifra da pagare sia stata irrisoria mentre ora la botta da saldare sia stata così pesante pur avendo l’Enel la possibilità, per mezzo del contatore elettronico a letture in tempo reale dei consumi)
Visita oculistica ( mi chiedo perché dallo scorso anno l’incremento sia stato del 20%)
Pagamento del residuo di TRE per la chiavetta
E deve ancora arrivare la fattura del Telepass e quella di Infostrada…


E non sappiamo ancora  a quanto ammonterà la stangata dell’IMU e se sarà possibile rateizzarla..


Il muro del pianto è ormai fradicio per le nostre lacrime e per quelle degli enti locali ( per non parla di quelli che hanno perso il lavoro e degli esodati il cui numero è ancora imprecisato) che temono la rateizzazione per tema di non  pagare gli stipendi..


Qui si fa a gara a chi piange di più!!!


Ma oggi , a parte il tempo veramente pessimo che ci impone di scaldare ancora le nostre case…altre spese..propongo questi dolcetti che almeno per qualche secondo potranno lenire le nostre pene….


Ormai sono riuscita a farli bene, almeno così mi pare, e finalmente mio sono decisa ad acquistare un  secondo stampo che ha dimensioni leggermente diverse da quello che avevo in precedenza e che mi sembra anche migliore come qualità del silicone….


Il passo passo è veramente lungo..potrà servire per le amiche che non hanno mai affrontato il problema della preparazione di queste madeleines e che comunque è molto semplice, basta seguire poche regole..


Tempo di preparazione: circa 20′ più il riposo in frigo, circa 3 ore ( si può  quindi preparare l’impasto con largo anticipo)
Costo: medio 
Difficoltà*


INGREDIENTI


130 gr di burro
200 gr di farina 00
9 gr di lievito per dolci
3 uova a temperatura ambiente
150 gr di zucchero
3cucchiai di latte
Una tavoletta da 65 gr di cioccolato alla cannella Quetzal


Per prima cosa fondere a fuoco dolce il  burro e farlo intiepidire ( eventualmente usare il microonde)..


In una capace scodella sbattere con le fruste elettriche  le uova intere con lo zucchero per circa 4 ‘…





Aggiungere  il latte….


E,  con lo spargifarina, la farina precedentemente setacciata con il lievito….

E alla fine il burro fuso e appena tiepido…



Mescolare sempre con le fruste elettriche facendo qualche piccola pausa di riposo, come ho scritto in un post i piccoli elettrodomestici non devono essere utilizzati per più di 2′ di seguito…..



Ecco qui sotto come appare la massa , ben montata e gonfia….


Coprire la scodella con pellicola trasparente e porre in frigo per circa 3 ore….



Per la farcitura al cioccolato ho usato questo della Queztal al profumo alla cannella ..ho pensato che con le madeleines potesse andare bene….

Va frammentato con il coltello e ridotto a pezzetti di dimensioni adeguate alla forma dei dolcetti….

Ci siamo quasi….


Porre nelle cavità degli stampi una piccola porzione d’impasto, un pezzetto di cioccolato…



La foto qui sotto mostra chiaramente quanto deve essere la quantità  dell’impasto da porre nei vani dello  stampo (scusate care amiche la pedanteria!)…


Non ha importanza che sia ben distribuito: in fase di cottura si adeguerà alla forma del vano che lo accoglie…

Aggiungere un’altra piccola quantità di impasto ….



E via in  forno preriscaldato, ventilato a 170° per circa 8’/10′ …


Ecco come appare la famosa gobbetta….

Essendomi avanzata una piccola porzione d’impasto e avendo solo due stampi ho deciso di utilizzare del pirottini per muffin ….



Seguendo le stesse modalità utilizzate per le madeleines…



Far raffreddare  i dolcetti e staccarli delicatamente dallo stampo…..


Ecco come si presentano ….



Momentaneamente li ho sistemati in scatola di latta , ma non sapendo quanto potessero conservarsi in quanto sono morbidi, ho posto la scatola nel mio frigo magico ( refugium peccatorum delle mie prodezze)…

Non mi sono preoccupata più di tanto  circa la loro durata: mio figlio è arrivato da Milano e ha fatto razzia risolvendo il problema della colazione per alcuni giorni!!!


La ricetta è tratta dal web  dal sito Cuisine : Journal des femmes


Buona domenica a tutti!!!