Subscribe via RSS

Menù grigliata in casa – puntata del 10 settembre

Ecco la prima puntata della nuova edizione del programma di Benedetta Parodi. La stagione comincia con il Menù grigliata in casa in compagnia di suo marito Fabio Caressa:

Popsicle mode-on.

Questa moda m’ha proprio preso, certo è che la stagione aiuta, ma sono sicura che, anche se non fosse estate, questa simpatica tendenza di infilare bastoncini di legno per ogni dove mi avrebbe presa comunque.
Siamo sempre in tema food, non scandalizzatevi 😉 
Vi ricordate ancora della pasta brioche dolcesale? ecco, forse sono l’unico essere umano sulla terra che rispetta le dosi (diciamolo pure, industriali) che lo chef Montersino propone nei suoi libri di pasticceria.
Come dargli torto? mai osservazione in merito fu più vera, della serie, una volta che ti ci metti, ma chi telo fa fare ad impastare “solo” 500 g di farina? Ah io l’ho preso sul serio, infatti, quella che vedete lassù è la stessa mitica pasta brioche dolcesale usata per fare i sandwich.
Il freezer…già proprio lui, lui ha pensato a conservarla, e ammettiamolo, scherzi a parte, è davvero un ottimo consiglio il suo soprattutto considerando che molto spesso le lavorazioni comportano tempo e fatica..quindi..senza lasciarmi intimorire da grammature da industria ho deciso anche io di fare così..e se posso permettermi di dirvi..in tutto segreto…è favoloso sapete perché? perché quando vi salta il genio, l’idea, e siete impazienti di vedere il risultato è davvero un’ottima cosa trovarsi già il lavoro avviato.
Ho dovuto solo far scongelare la pasta, stenderla e ricavare delle strisce da arrotolare intorno ad un piccolo pezzo di banana, (mi raccomando abbiate cura di non utilizzare banane troppo mature).
Ed ecco che quello che avevo in mente un’ora prima è già pronto!
Sapete come funziona? Sembra un maxi saccottino alla banana, la banana con la cottura in forno un poco si asciuga è vero, ma se avete cura di stendere bene al mattarello la pasta brioche questa in forno necessiterà solo di 20-25 minuti di cottura a 190°C. Insomma poco tempo, quello che basta poi, quando andrete a mordere la banana a renderla come se fosse una crema avvolta da una soffice e fragrante pasta brioche.
Come al solito lo spennellamento al fine estetico è sempre d’obbligo (tuorlo e panna pari peso o tuorlo e latte o solo latte) io ci ho spolverato sopra dei semini di sesamo la cui fragranza mi fa impazzire, e del sale speciale alla cannella, regalo..vi prometto che lo fotografo è davvero bello a vedersi!
Quindi, per chi l’avesse perso vi lascio il link dove trovare la ricetta della pasta brioche dolcesale …
Divertitevi !

Una ricetta doppia per un ingrediente speciale. Asparagi selvatici con uova e tartellette.

E’ stagione. finalmente, sono arrivati anche loro!
Le gelate dell’inverno appena trascorso, inusuali qui in Sardegna, o almeno dalle mie parti, ne hanno ritardato la comparsa.
Ammetto che fa molto primavera… non le foto..che indubbiamente aiutano…ma i profumi.
Andare per campi a gironzolare all’ombra di mandorli in fiore e sentire sulle dita il profumo dell’asparago appena tagliato è una tale gioia e una sensazione difficile da raccontare con una foto.
Adoro gli asparagi…mi ha insegnato il mio papà a raccoglierli.
Questa ricetta è per te..ovunque tu sia.

Asparagi selvatici con uova

Asparagi selvatici ….non c’è grammatura.. quanti più ne desiderate
uova intere in proporzione (regolatevi in base alla quantità di asparagi, il compromesso tra i due ingredienti è ovviamente l’ideale)
olio extravergine d’oliva
sale

Private gli asparagi della parte dura e lasciateli ammorbidire in padella con un filo d’olio.
Quando questi saranno ammorbiditi, se sono selvatici e di campo saranno necessari pochi secondi, aggiungete le uova intere e amalgamate velocemente il tutto.
Salate.
Servite caldi.

Tartellette asparagi e culatello
La seconda ricetta invece prevede l’uso di una pasta brisè, con cui andremo a foderare  degli stampini da crostatina.
Il ripieno è stato fatto con asparagi (crudi) e culatello tagliato in piccoli pezzi. Ho preferito non cuocere prima gli asparagi in quanto molto teneri. Se desiderate utilizzare degli asparagi di serra vi consiglio di ammorbidirli comunque prima in padella con un filo d’olio , o di sbollentarli in acqua salata.
Sbattete due uova con 150 g di latte fresco, sale e pepe e 2-3 cucchiai di parmigiano grattugiato.
Versate il composto sugli asparagi e sul culatello.
Infornate in forno preriscaldato per 30 minuti a 190°C.