Subscribe via RSS

Tacchino Ripieno

La portata principale nel menu del ringraziamento è il classico tacchino ripieno all’americana. A cucinarlo in compagnia di Benedetta si è cimentato l’attore statunintense Daniel McVicar che ha portato la sua versione di questa ricetta. Scopriamo come prepararlo.

Puntata I Menu di Benedetta: 22 novembre 2012 (Menu del Ringraziamento)
Tempo preparazione e cottura: 2 ore ca.

Ingredienti Tacchino Ripieno per 4 persone:

  • cipolla
  • olio
  • sedano
  • mele verdi
  • salsiccia
  • vino bianco
  • brodo di carne
  • castagne precotto
  • crostini di pane
  • panna
  • 1 uovo
  • brandy
  • salvia
  • timo
  • 1 tacchino
  • burro
  • sale
  • pepe

Procedimento ricetta Tacchino Ripieno di Benedetta Parodi

  1. Rosolare la cipolla con sedano e mele in una padella.
  2. In un’altra padella cuocere la salsiccia sbriciolata.
  3. Sfumare le mele con vino e brodo, poi unire la salsiccia e le castagne e sobbollire per qualche minuto.
  4. Aggiungere anche pane, panna, uovo, brandy, salvia e timo.
  5. Farcire il tacchino e richiuderlo legando anche le zampe.
  6. Trasferire il tacchino in una teglia, massaggiarlo con il burro, salare e pepare.
  7. Cuocere in forno per 1 ora e 20 minuti coprendo il tacchino con la stagnola e bagnandolo con il fondo di cottura del ripieno.

Fusilli integrali al salmone

Un ottimo piatto di pasta integrale condita semplicemente con panna e salmone. Guarnita con scorza di limone e semi di papavero.

Preparazione:
Tagliare a strisce il salmone e lessare la pasta.
In un pentolino con del latte far sciogliere il formaggio.
Successivamente unire il salmone e condire la pasta.
Insaporire con semi di papavero e buccia di limone.
Se necessario unire dell’olio per non fare asciugare troppo la pasta.

Guarda il Video

 

Savarin di bagna caôda con peperoni arrostiti

Un’altra piccola delizia che porta la firma di Luca Montersino.
Vi avevo detto che mi sto dedicando al salato no? E quante soddisfazioni…ma quella più grande è quella di poter condividere tutto ciò con voi, in modo che possiate gustare insieme a me, anche se a distanza ;) queste prelibatezze.

Ingredienti e dosi per 25 pezzi

Per la panna cotta alla bagna caôda

200  di panna fresca
30  di acciughe sott’olio
60 g di burro
5 g di gelatina in fogli
20 g di olio extravergine d’oliva

Per la cottura dell’aglio

40 g di aglio
q.b di latte intero fresco

Per i peperoni:

100 g di peperoni rossi
100 g di peperoni gialli
10 g di olio extravergine d’oliva
q.b di cerfoglio o prezzemolo
sale e pepe

Per la finitura:

250 g di pasta frolla salata (ricetta qui)

Preparazione:
Per la panna cotta alla bagna caoda pelate l’aglio e riponetelo in un tegame, copritelo con il latte e fate cuocere a fiamma bassa fino a renderlo tenero e leggermente spappolato.
A fine cottura eliminate il latte eventualmente rimasto e unite all’aglio in poltiglia la panna, le acciughe sott’olio, il burro e l’olio extravergine d’oliva. Portate tutto alla temperatura di 90°C.
Frullate con cura, unite la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata, quindi filtrate il tutto con un colino a maglie strette .
Colate negli stampini a forma di savarin, quindi lasciate raffreddare e trasferite in congelatore.
Infilzate i peperoni con una forchetta, passateli sulla fiamma del fornello sino a farli bruciacchiare in modo da eliminare facilmente la buccia.
Mettete i peperoni in un contenitore di plastica e fateli appassire in microonde, quindi tagliateli finemente e condite con sale, pepe, olio d’oliva e cerfoglio o prezzemolo.
Riempite gli stampini a mezza sfera in silicone e riponete in congelatore.
Per la finitura tirate la pasta frolla con il mattarello a uno spessore di 2 mm, coppate dei dischetti di un diametro appena maggiore di quello dei savarin e bucherellateli con una forchetta.
Fate cuocere in forno a 160°C per 10 minuti circa.
Su ogni biscottino di frolla disponete una panna cotta alla bagna caoda e sopra una cupoletta di peperoni.
Una volta assemblato il tutto lasciate riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.