Subscribe via RSS

Paccheri con pesto di pistacchi e bisque ricetta Benedetta Parodi per Molto Bene su Real Time

Se cercate un primo piatto che unisca insieme la raffinatezza e la delicatezza di un piatto speciale, allora non perdetevi la ricetta che ci ha proposto la nostra amica Benedetta Parodi nel corso della puntata di Martedì 3 Giugno della sua nuova trasmissione di cucina dal titolo Molto Bene in onda su Real Time. Si tratta di un primo piatto che Benedetta ha assaggiato in un ristorante che prevede, come tipo di pasta, i paccheri conditi con un pesto speciale realizzato con pistacchi e gamberi, un piatto ideale per chi ama un menù a base di pesce.

Foto tratte dalla video ricetta della trasmissione Molto Bene su Real Time

Ma ecco la lista degli ingredienti e il procedimento utilizzato dalla nostra Benedetta per cucinare questo buonissimo piatto dal titolo “Paccheri con pesto di pistacchi e bisque” nella sua rubrica quotidiana di cucina dal titolo Molto Bene in onda su Real Time.

Tempo preparazione e cottura: 30 min

Ingredienti Paccheri con pesto di pistacchi e bisque per 4 persone
  • 320 g di paccheri freschi

Per la bisque

  • 150 g di misto per soffritto
  • Olio
  • 12 gamberi
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • ½ bicchiere di Brandy
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

Per il pesto

  • 100 g di pistacchi
  • Prezzemolo qb
  • Olio
  • Sale

Procedimento per cucinare la ricetta Paccheri con pesto di pistacchi e bisque di Benedetta Parodi

Lessate la pasta in abbondante acqua salata.

Per la bisque: Rosolate in padella il misto per soffritto con l’olio. Unite le teste dei gamberi e sfumate con il vino e il Brandy.

Lasciate evaporare, quindi aggiungete la farina e fate tostare. Versate anche il concentrato di pomodoro e coprite con acqua fredda.

Infine, fate restringere la bisque sul fuoco, per circa 20 minuti.

Per il pesto: Frullate i pistacchi con il prezzemolo, l’olio e il sale. Trasferite il pesto ottenuto in una padella.

Filtrate la bisque e aggiungetela al pesto, insieme ad un po’ d’acqua di cottura della pasta.

Unite anche le code dei gamberi e fatele cuocere per qualche minuto. Quando i paccheri saranno pronti, scolateli e ripassateli nel pesto.

Non ci resta che augurarvi….buon appetito!

Preparo e poi congelo un insolito primo per Pasqua ovvero i Paccheri ai broccoli

Si può anche dannare la propria vita se si ha genio…

Se si ha solo talento è da stupidi…


Gesualdo Bufalino ( 1920-1996)



Con questa ricetta partecipo al bel contest della mia cara amica Simona.

Questo aforisma mi fa pensare a Vincente Van Gogh che si tagliò l’orecchio e a Sylvia Plath che infilò la testa  nel forno..


“Non esiste grande genio senza una dose di follia….


Riporto una frase di Aristotele, che visse fra il 384 e il 322 


A.C. e fu uno dei maggiori filosofi greci dell’antichità.


A tutt’oggi non si può che condividere un’affermazione del 


genere…


Ma noi cuoche, alle prese con il vivere quotidiano, ci 


permettiamo a volte un pizzico di genio e sregolatezza nella


preparazione dei nostri piatti senza conseguenze letali per 


noi stesse????


Ora volo molto più in basso: né genio né sregolatezza in 


questi paccheri preparati in anticipo e poi posti nel 


congelatore in attesa di essere portati in tavola al momento


 opportuno e perché no nel giorno di Pasqua o 


Pasquetta???


Tempo di preparazione : circa 40′


Costo : medio


Difficoltà:*




INGREDIENTI PER 4 PERSONE




250 gr di paccheri del pastificio Morelli


Per la farcia:


2 broccoli medi

1 spicchio d’aglio

1/2 cipolla 

100 gr di panna

250 gr di ricotta

1 uovo

1 confezione di caprino in rotolo

60 gr di mortadella

 4-5 cucchiai di pecorino grattugiato del caseificio Spadi

1 confezione di besciamella  Gran Cucina della Codap


Come ho scritto in altri post la pasta usata fa la differenza e



 questa che ho usato del Pastificio Morelli fa veramente la


 differenza…






Ecco i paccheri che ho usato per questa ricetta…

Lessare i broccoli, scolarli con cura e poi farli saltare in padella con olio extravergine e uno spicchio d’aglio e mezza cipolla tritati…


Farli raffreddare un poco…

Porli ora nel boccale del mixer con  la ricotta, la panna, l’uovo e uno stik di formaggio caprino..





Unire ora del pecorino e la mortadella….


Frullare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo….



Lessare i paccheri tenendoli un po’ al dente…..


Scolarli per bene…



Sistemarli su un canovaccio disponendoli come appare qui sotto….

Porre la sac a poche su un bicchiere alto in modo da non doversi dannare per riempirla e poter usare tutte e due le mani e colmarla con la farcia….

Oliare una teglia usa e getta, nel caso si voglia congelare oppure in una teglia che possa andare in tavola e con la sac a poche riempire i paccheri disponendoli in verticale….


Cospargerli con la besciamella…..





Io ho usato questa, ottima,   a basso contenuto calorico della Codap

Cospargere abbonatemente i paccheri con pecorino grattugiato….



E via in forno a 170°/180° per circa 30′ o perlomeno fino a doratura….





Sperando che la ricetta piaccia alle mie amiche …le saluto per ora…
Devo andare dalla mia nipotina che quando mi vedrà illuminerà questa grigia giornata con il suo sorriso semisdentato… 


Sono in arrivo altri due dentini che la stanno facendo dannare…..povera stellina della sua nonna!!


Se posso ci vediamo domani…almeno per gli auguri!!!

Da prepare e congelare : Paccheri con ripieno di melanzana e ricotta

E’ veramente bello battersi con persuasione, abbracciare la vita e vivere con passione…

Perdere con classe  e vincere osando perchè il mondo appartiene a chi osa!
La vita è troppo bella per essere insignificante.1889-1977)
Charlie Chaplin (

Tutte o quasi tutte le amiche possiedono un microonde e se questo è di ultima o penultima generazione, ponendo il cibo da scongelare e  impostandone il peso, calcola quanto tempo occorre per portarlo a temperatura giusta…
Se poi si usano  vaschette di alluminio speciale adatte al microonde il gioco è fatto ..infatti quelle che ho usato io, e trovate per caso in un supermercato vicino a casa, mia permettono l’uso del microonde. 
Infatti questi contenitori hanno la parte esterna color bronzo e si possono usare in microonde purché si abbia l’avvertenza di evitare che la vaschetta tocchi le pareti dell’elettrodomestico…
Quindi vale la pena di preparare un primo piatto come questo, ricco e laborioso, in abbondanza e congelarne almeno una porzione   per i tempi di magra….
Non ho calcolato il tempo di preparazione del ragù e  della besciamella perché sono partita da ragù preparato in precedenza e congelato e besciamella pronta….

Tempo di preparazione: circa 40′
Costo: medio
Difficoltà:**

INGREDIENTI

1 grossa melanzana ( circa 600 gr peso lordo)
4 cucchiai di olio extravergine
2 spicchi d’aglio
1 ciuffo di prezzemolo
250 gr di ricotta
1 confezione di besciamella pronta ( o preparata nel solito modo)
500 gr di ragù casalingo pronto 
500 gr di paccheri
Parmigiano grattugiato q.b.

Sbucciare la melanzana….

Ridurla in dadolata…

In una capace padella antiaderente soffriggere l’aglio tritato e i dadi di melanzana rigirandoli spesso….

A metà cottura aggiungere il prezzemolo tritato….

Trasferire il tutto su un foglio di carta da cucina per eliminare l’eccesso d’unto….
Far intiepidire un poco..

Porre ora le melanzane e la ricotta nel mixer e frullarle fino ad ottenere un composto omogeneo…
Trasferire il tutto in una sac a poche….

Lessare al dente i paccheri , ponendo un goccio d’olio nell’acqua salata giustamente, scolarli e passarli un istante sotto l’acqua fredda..
Disporli su un canovaccio pulito ed eliminare quelli che si sono rotti in fase di cottura ( si possono utilizzare in seguito in altro modo). 
Velare la base della vaschetta con besciamella pronta ( eventualmente allungata con poco latte) e un poco di ragù ….
 Farcire i paccheri con la sac a poche….ci  vorrà veramente poco tempo e disporli in un solo strato….

Fare uno stato di besciamella ed uno di ragù, spolverizzando la superficie con abbondante parmigiano….

Ed infornare in forno preriscaldato, ventilato alla temperatura di 170° per circa 30′ o perlomeno fino a doratura…

Far intiepidire un momento prima di servire….

Una vaschetta è sufficiente per 4 persone…
L’altra la potete congelare quando sarà perfettamente  fredda, sigillata per bene, e  ponendo la data della preparazione sul sacchetto…tanto per sapere al momento opportuno quando la si è preparata…
A volte la memoria non basta!!