Subscribe via RSS

Torta Diplomatica

La torta ha origini antiche e si chiama “Diplomatica” perchè una torta simile fu inviata in dono da un diplomatico del ducato di Parma nel 1454 a Francesco Sforza, duca di Milano……

Io ho semplificato al massimo la preparazione ricorrendo a pan di Spagna  e pasta sfoglia pronti e secondo me potete fare lo stesso con la crema pasticcera usando quella della Cameo…chi volesse preparare in casa i due ingredienti troverà le ricette perfette curiosando nei vari blog di cucina…..

Ingredienti x la pasticcera
mezzo litro di latte- 2 tuorli e 2 uova intere -180gr di zucchero- 100gr di farina- un pizzico di sale-vaniglia.
Due sfoglie misura un pò più grande della teglia in cui la componete
la mia è di circa cm 32 x 24
Ingredienti x il pandispagna
6 uova- 250gr di zucchero- 250gr di farina-vaniglia-un pizzico di sale.
ho usato una teglia cm 24×24

Il giorno prima del giorno in cui le volete mangiare preparate una crema pasticcera e un pandispagna.
La mattina del giorno in cui vi serve…preparate la sfoglia…bucherellarla bene e spolverizzare di zucchero a velo infornarla a 200° fino a colorazione dorata…..prendere una teglia e foderarla,debordando abbondantemente, con pellicola. (questo procedimento nn serve a niente e io lo eviterei francamente!)
Rifilare la sfoglia con un coltello a seghetto nella misura esatta della teglia (il tutto diventa più semplice se si utilizza la sfoglia tonda e il pan di spagna pronto tondo anch’esso)attenzione a non romperla ora mettere uno strato di crema….non troppa..altrimenti poi scappa tutta di solito non metto la cioccolata ….ma ho visto che la pasticceria la mette tagliare a fette di circa 2 cm il pandispagna (idem se prendete il pan di spagna in fette pronto non serve tagliarlo) mettere le fette sopra la crema non lasciando buchi bagnare con il liquore preferito (l’ideale sarebbe con il maraschino che io purtroppo non riesco a trovare)ancora crema coprire altra sfoglia ora con la pelicola che cresce,coprire bene il dolce mettere un peso sopra(io non ho messo nessun peso sopra!!) ….che sia uniforme…cioè…che non ci sia più peso da una parte,piuttosto che dall’altra…io ho messo una teglia di vetro con del burro mettere in frigorifero qualche ora ……..riprendere il dolce …..togliere la pellicola da sopra  …..e capovolgerlo su un tagliere.

CURIOSITA’:
Girovagando per il web ho trovato la ricetta per la crema diplomatica eccovela riportata:
La crema diplomatica consiste nell’unione di due famosissime nonché utilizzatissime creme: la crema pasticcera (composta da uova, farina, latte,e zucchero) e la crema Chantilly (composta da panna montata, zucchero a velo e vaniglia).

Le proporzioni esatte per la realizzazione della crema diplomatica consistono in 1/3 di crema Chantilly e 2/3 di crema pasticcera, che dovranno essere unite mischiandole delicatamente dall’alto verso il basso con un mestolo di legno.
Se volete ottenere un composto ancor più soffice, allora dovrete mischiare uguali quantità di
crema Chantilly e crema pasticcera.

Buon appetito a tutti!

Ricerche frequenti:

Biscotti alle mandorle e lavanda

La lavanda… una delle mie grandi passioni!! Ho scelto questo colore per la cucina..perchè adoro la sua tonalità e mi rilassa! Oggi per questa ricetta voglio mettere questa mia profumata passione…con la speranza di rilassarmi un pò mentre scrivo 🙂

Qualche tempo fa mi hanno invitato a cena, a casa di un enologo, e il vino davvero non mi sembrava il caso di portarlo, allora ho preparato questi biscottini da prendere con il caffè con delle mandorle siciliane che mi erano state regalate,ma erano intere, e come dicevo la mia amata lavanda!

Ecco come ho fatto per renderle utilizzabili le mandorle:

– Sgusciate con lo schiaccia noci
– Immerse due minuti in acqua bollente e lasciate riposare 10 minuti in uno straccio
– Spellate
– Tostate in una padella anti aderente caldissima per 10 ninuti mescolando continuamente

INGREDIENTI:

• 200 gr di mandorle
• 2 steli di lavanda fiorita
• 100gr di zucchero a velo

• 100 gr di zucch
ero aromatizzato alla vaniglia
• 150 di albumi fuori frigo

PROCEDIMENTO:
Mettete la i fiori di lavanda senza ovviamente il suo stelo e le mandorle nel mixer e frullare non troppo finemente, poi aggiungete lo zucchero al velo e riazionate per alcuni secondi.
Montare gli albumi in un contenitore e aggiungete piano fiano la farina di mandorle e lo zucchero aromatizzato girando dall’altro in basso, non troppo velocemente, uno o due cucchiai alla volta.
Mettete il vostro composto in una sac a poche con beccuccio liscio abbastanza grande per far passare anche i pezzetti di mandola un pò più grossi. In una teglia da forno mettete della carta forno e fate dei mucchietti con il composto e las
ciate riposare a temperatura ambiente per 1/2 ora.
Infornate a 160° per 12/15 minuti.
Fateli freddare prima di staccarli e per toglierli meglio mettete un pò di acqua sulla teglia sotto la carta da forno, dopo un paio di minuti si staccheranno facilmente!

Ricerche frequenti: