Subscribe via RSS

Portici di Carta a Torino


Si conclude oggi l’ottava edizione  di Portici di Carta, la libreria più grande del mondo, con oltre due chilometri di stand librari sotto i porti del centro della nostra bella Torino..
Più di 170 bancherelle che offrono decine di migliaia di volumi  per tutte le esigenze …
E’ possibile , come si potrà vedere in seguito, nel corso del post, alcune edizioni veramente antiche e curiose..
Per grandi per piccini ma soprattutto per chi ama leggere !!!
Personalmente mi hanno attirato i libri per bambini  come è possibile vedere nelle foto scattate spesso in condizioni non ottimali…


La passeggiata letteraria inizia da Piazza Carlo Felice e si snoda fino a Piazza San Carlo il più ben salotto di Torino…
Fra le due chiese gemelle è possibile gustare e acquistare le dolcezze che si producono in città e dintorni…. 
Lascio che le amiche possano farsi un’idea di questa manifestazione SE possono sono ancora in tempo fare un salto in centro….
Ne vale veramente la pena!!!!

Un’altra edizione del Piccolo Principe…

Piazza San Carlo con il gazebo per gli eventi letterari in programma per oggi…

Un poco di pubblicità gratuita e meritata!!!

E per finire un tocco di estrosa eleganza!!!!

Buona domenica a tutti!!!

Le pain, aux raisins.

Ha davvero bisogno di presentazione questa viennoiserie golosissima? 
Ancora mi chiedo, ma com’è possibile che sul bistrot ancora non ci fossero? 🙂
Per 15 pains aux raisins
250 g di farina manitoba (forte)
1 cucchiaino di Sale
3 cucchiai di zucchero semolato
15 g di lievito di birra fresco
180 ml di latte fresco
80 g di burro a temperatura ambiente
100 g di uvetta sultanina
70 ml di rhum
1 uovo
Per la crema pasticcera
2 tuorli
250 ml di latte
75 g di zucchero
7 g di amido di riso
7 g di amido di mais
Preparate la crema pasticcera.
Portare ad ebollizione il latte, lavorate i tuorli con lo zucchero, fino al suo completo scioglimento.
Aggiungete glia amidi setacciati e, poco per volta unite, il latte caldo.
Portate, dolcemente ad ebollizione, fino ad ottenere una crema dalla consistenza desiderata.
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
Mettete l’uvetta in ammollo nell’acqua per circa 10 minuti, quindi sciacquatela abbondantemente, in modo da eliminare polvere e altre impurità e quindi mettetela in ammollo nel rhum.
Fate intiepidire il latte e scioglietevi il lievito.
Setacciate la farina, aggiungetevi due cucchiai di zucchero, il sale e mescolate.
Formate una fontana, o mettete tutto in un’impastatrice, e versatevi al centro il latte con il lievito.
Impastate il tutto per una decina di minuti, fino ad ottenere un impasto omogeneo, liscio, elastico e leggermente appiccicoso.
Mettete l’impasto in un recipiente, coprite con pellicola trasparente e lasciate lievitare per almeno 3 ore.
Trascorso questo tempo, spolverate abbondantemente il piano da lavoro e, con l’aiuto di un mattarello, stendete l’impasto, fino ad ottenere un rettangolo dallo spessore di un centimetro circa.
Spalmate il burro, a temperatura ambiente, su tutta la superficie.
Ripiegate il lato sinistro verso destra, per due terzi. Poi coprite successivamente con il lato destro.
Stendete leggermente la striscia ottenuta, verso l’alto e verso il basso.
Prendete il lembo alto, ripiegare due terzi verso il basso e richiudete con il lembo situato in basso.
Otterrete così un pacchetto.
Spolveratelo leggermente e mettetelo in frigorifero, per 15 minuti.
Stendete nuovamente l’impasto in un rettangolo e ripetete l’operazione “delle pieghe”.
Rimettete in frigo per altri 15 minuti.
Ripetete l’operazione per altre due volte.
Infine, stendete l’impasto il più sottilmente possibile, cercando di mantenere la forma di un rettangolo.
Strizzate l’uvetta sultanina, aggiungetela alla crema pasticcera e mescolate.
Distribuite in maniera omogenae la crema su tutto il rettangolo e avvolgetelo su se stesso, ottenendo un rotolo.
Tagliatelo in strisce larghe circa due centimetri e adagiatele su una placca da forno ricoperta di carta da forno, avendo cura di distanziarle tra loro.
Schiacciatele leggermente delicatamente con le mani e lasciate lievitare per due ore, nel forno spento con lucina accesa.
Sbattete l’uovo con un cucchiaio di zucchero e spennellate le girelle.
Infornate, in forno caldo a 200°, per 10-12 minuti circa.

Panettone gastronomico ricetta Ernst Knam da Bake Off Italia 2

Buonissima ed appetitosa questa nuova ricetta che ci ha proposto il maestro pasticcere Ernst Knam che, per la prova tecnica di questa nuova puntata della trasmissione di cucina Bake Off Italia 2 condotta dalla nostra Benedetta Parodi su Real Time, ha richiesto ai concorrenti in gara di preparare un panettone gastronomico, un panettone da servire però con una farcitura salata ed il re del cioccolato, in questo post, ci mostra come preparare questa squisitezza nel solito impeccabile modo.

Foto tratte dalla video ricetta della trasmissione Bake off Italia 2 su Real Time

Ma ecco la lista degli ingredienti e il procedimento utilizzato dal re del cioccolato Ernst Knam per cucinare questo buonissimo piatto dal titolo “Panettone gastronomico” nella trasmissione dedicata ai dolci di Real Time dal titolo Bake Off Italia 2 condotta da Benedetta Parodi.

Tempo preparazione e cottura: 70 min ca.

Ingredienti Panettone gastronomico per 8 persone
  • 250 g farina
  • 15 g lievito di birra
  • 35 g olio extravergine di oliva
  • 12 g burro
  • 7 g di zucchero
  • 125 g latte intero
  • 7 g sale
  • 1 uovo 

Per spennellare

  • 1 tuorlo
  • Acqua qb
  • Per la maionese al frutto della passione
  • 4 tuorli
  • 50 g succo del frutto della passione
  • ½ litro olio di semi
  • Sale qb
  • Pepe qb

Per la maionese classica

  • 2 tuorli
  • 250 ml olio di semi
  • Sale qb
  • Pepe qb
  • Succo di limone qb

Per la farcitura base

  • 400 g formaggio cremoso spalmabile
  • 8 g sale
  • Pepe nero di Sarawak qb
  • Insalata scarola qb

Per la farcia (strato uno)

  • 100 g spada affumicato
  • 100 g mango fresco

Per la farcia (strato due)

  • 100 g salmone leggermente affumicato
  • 10 g pepe rosa

Per la farcia (strato tre)

  • 100 g gamberi in salamoia
  • 80 g maionese al frutto della passione

Per la farcia (strato quattro)

  • 60 g uova di salmone
  • 1 lime 

Per la farcia (strato cinque)

  • 100 g tonno sott’olio
  • 10 g capperi
  • 50 g maionese classica
  • 30 g olive taggiasche 

Per decorare

  • Pomodorini qb
  • Alkekengi qb
  • Insalata qb

Procedimento per cucinare la ricetta Panettone gastronomico di Ernst Knam

Impastate tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo e liscio. Posizionate l’impasto ottenuto nello stampo e lasciate lievitare per 90 minuti circa. Spennellate con il tuorlo allungato con un po’ di acqua e infornate a 180° per 20/30 minuti. Fate raffreddare il panettone, prima di sformarlo. Tagliate la calotta del panettone e tagliate il panettone in 10 fette orizzontali.

Per la maionese al frutto della passione

Mescolate i tuorli con il succo del frutto della passione. Aggiungete a filo l’olio di semi. Aggiustate di sale e pepe.

Per la maionese classica

Emulsionate i tuorli con l’olio di semi. Aggiungete il succo di limone quanto basta. Aggiustate di sale e pepe.

Per la farcitura base

Spalmate su tutti gli strati il formaggio cremoso, precedentemente aromatizzato con sale e pepe, quindi proseguite con le singole farciture:

Strato uno

Mettete la foglia di insalata, il pesce spada e le fette di mango. Chiudete il primo strato.

Strato due

Mettete l’insalata, il salmone e il pepe rosa. Richiudete il secondo strato.

Strato tre

Mettete l’insalata e la maionese insieme al frutto della passione, mescolando anche con i gamberi. Chiudete il terzo strato.

Strato quattro

Mettete l’insalata e distribuite le uova di salmone spruzzate con il succo di lime. Chiudete il quarto strato.

Strato cinque

Mettete l’insalata. Frullate il tonno con i capperi, la maionese e le olive taggiasche, quindi spalmate il composto ottenuto sull’insalata. Chiudete il quinto strato.

Per completare

Tagliate il panettone in 4 spicchi. Richiudete il panettone con la calotta.

Per la decorazione

Infilzate 4 spiedini nel panettone gastronomico e alternate su ciascuno spiedino un ciuffetto d’insalata, un pomodorino, un alkekengi, un pomodorino e ancora un altro alkekengi.

Non ci resta che augurarvi….buon appetito!

Se la ricetta “Panettone gastronomico” vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni.