Subscribe via RSS

… GHIFFERI CON ZUCCHINE E RICOTTA …


INGREDIENTI
350 g di GHIFFERI RIGATI
3 ZUCCHINE MEDIE
4 CUCCHIAI DI RICOTTA
2 CUCCHIAI di CONCENTRATO di POMODORO
1 TAZZA di  ACQUA
1 SCALOGNO
10 g di OLIO DI OLIVA
50 g di PARMIGIANO grattugiato
SALE e PEPE q.b.




Buon dì a tutti..
mi direte ancora zucchine 🙂 e si dopo la vellutata di zucchine qui ora mi sono inventata questa pasta , lo so non me la sono inventata perchè pasta e zucchine e facile e veloce da preparare che  tutti la fanno , ma io avevo in frigo la ricotta avviata e l ho aggiunta alla pasta per non buttarla , perche si sa buttare non si butta via niente  ed e risultata molto delicata a mio palato e anche un modo in più per gustare la pasta con le zucchine.
con questa ricetta vi lascio e vi auguro a tutti di trascorrere un buon fine settimana…
iniziamo:
lavare e spuntare le zucchine , in una padella antiaderente mettere l’olio e lo scalogno tagliato a fettine piccolo fate appassire senza colorire , aggiungete le zucchine tagliate a tocchetti non troppo piccoli aggiustate di sale e pepe fate cuocere per 5 minuti mescolando ,  sciogliere il concentrato di pomodoro nella tazza di acqua , versare nelle zucchine mescolare e fate cuocere per 10 minuti  circa (se asciuga aggiungere un altro goccio di acqua) aggiustare di sale…..                                               

lessare la pasta ghifferi (o altro tipo di vostro gradimento) in acqua salata scolarla al dente e versarla sulle zucchine mescolare e fate saltare per due minuti , aggiungere la ricotta mantecare con una spolverata di pepe unite il parmigiano grattugiato mescolate  lasciate riposare un minuti  servire in tavola calda .. buona cremosa e delicata….
P.S. VI E PIACIUTA..???!!!! ^___^

… PROVARE PER GUSTARE …
… LIA …

Risotto coi bruscandoli

Da me in Veneto oggi è stata una giornata veramente calda, estiva più che primaverile, da manichette corte, anche se devo dire l’aria è ancora fresca. Cmq grazie anche alle belle giornate che ci sono state questa settimana mi sono ritagliata un pò di tempo per andare a bruscandoli.
Il bruscandolo e’ il nome dialettale del germoglio dell’humulus lupulus (luppolo), pianta il cui fiore viene utilizzato per aromatizzare la birra e che vive spontanea nelle zone umide golenali del Po. Nella stagione primaverile alla comparsa dei primi tepori le nostre nonne lo raccoglievano per ravvivare ed arricchire le tavole dopo i rigidi inverni per preparare frittate,risotti e torte salate.
Ecco la ricetta per il risotto:

Ingredienti per 4 persone
400 gr di riso vialone nano
300 gr circa di bruscandoli
100 gr. di burro
1 litro di brodo vegetale
1 cucchiaio di olio di oliva
1 scalogno
1 spicchio d’aglio
sale
parmigiano grattugiato

Preparazione

Per questo risotto, devi preparare un soffritto con olio, metà del burro, aglio (intero, da togliere prima di aggiungere il riso) e cipolla finemente tritata; quando quest’ultima è imbiondita, aggiungi i bruscandoli, cioè i germogli del luppolo selvatico, dopo averli sminuzzati con un coltello.
Quando questi saranno leggermente appassiti togli l’aglio e versa il riso per la tostatura facendo attenzione a non bruciare la verdura. Procedi quindi, aggiungendo il brodo un po’ alla volta come per qualsiasi altro risotto. Regola di sale e pepe.
Al termine della cottura, incorpora una noce di burro due cucchiai di parmigiano grattuggiato e servi il risotto.
In questo modo puoi realizzare risotti anche con altre erbe che si raccolgono dalle nostre parti: oltre ai bruscandoli (che sono appunto i germogli del luppolo selvatico, che si raccolgono in primavera), puoi raccogliere “Sgrisoli”, detti anche “sciopetini” o silene, le “Sparasèle”, cioè gli asparagi selvatici, le “Ortiche”, di cui si utilizzano solo le 6-8 foglie apicali della pianta giovane.

Sogliola In Crosta

A volte urge il bisogno di alleggerirsi un po’: adattissimi a questo scopo sono i filetti di sogliola. Ma perchè non variare un po’? Questa ricettina così unisce il gusto alla leggerezze ed è piaciuta anche a mio fratello che non è esattamente un amante del pesce!

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 4 filetti di sogliola
  • 1 uovo 
  • 2 cucchiai di farina
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaino di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • olio, pepe e sale q.b

Iniziamo accendendo il forno a 180°. Prepariamo la nostra crosta mettendo in una ciotola tutti gli ingredienti (anche un pizzico di sale, una spolverata di pepe e l’aglio schiacciato). Amalgamiamo tutto per bene e aggiungiamo l’uovo: dobbiamo ottenere una crema spalmabile.

Mettiamo su una teglia o una pirofila da forno i nostri filetti, saliamoli e aggiungiamo un filo d’olio. A questo punto spalmiamoci sopra un po’ del composto precedentemente preparato.

Inforniamo per circa 10 minuti, dopodichè alziamo al piano superiore del forno a passiamo al grill per 5 minuti (o almeno finchè la crosta non risulterà dorata).

Serviamo caldissimi accompagnati da un bel contorno (io ho optato per delle sfoglie di patate al forno). Buon appetito e alla prossima!!!