Subscribe via RSS

Muffin arlecchino


C’è molta più eloquenza nel tono della voce, nell’espressione degli occhi…

E nell’aspetto di una persona di quanta ce ne sia nella scelta delle parole…
Francois de La Rochefoucauld ( 1613-1680)

In parecchi libri di cucina e nelle riviste, specializzate e non, si legge regolarmente all’inizio di ogni ricetta: accendere il forno a  tot gradi…
Poi si dovrebbero pesare gli ingredienti, setacciare la farina, meglio due volte, fondere il burro , magari rispondere ad una telefonata, andare a vedere cosa combinano i figli allarmate dal loro silenzio ( regolarmente fanno qualcosa che non dovrebbero) oppure si stanno scannando rotolandosi per terra se sono piccoli, ma anche grandi,  e così via….
Io ho raggiunto un compromesso: accendo il forno a metà preparazione e quando questi sta quasi per raggiungere la temperatura impostata mescolo la parte liquida a quella secca….
Questo nel caso dei muffin…
Va ancor meglio quando preparo le crostate: quando ho finito di mettere le strisce decorative le inforno a forno spento impostando il termostato sui 160°  in tutto  20′ ….
Per i biscotti accendo il forno poco prima di aver finito di sistemare gli stessi sulla piastre del forno…
E non è vero che i biscotti ( come spesso si legge) necessitano di  15′ di cottura…
Bisogna controllarli a partire dai 5’/7′ se non si vuole sfornare dei  carboncini!!

Tempo di preparazione: 15′
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI per 12 muffin

250 gr di farina 00
11 gr di lievito vanigliato
6 gr di bicarbonato
1 pizzico di sale
80 gr di smarties
1 uovo
70 gr di zucchero
70 gr di burro
200 ml di yogurt intero o magro  se si è a dieta!!!

Eccoli qua sotto i tentatori…
Attenzione a non mangiarli tutti prima dell’utilizzo!!

Per prima cosa setacciare due volta la farina con il lievito, il bicarbonato e il pizzico di sale..
Trasferire il tutto in una scodella grande..
In un’altra scodella più piccola lavorare con una frustina manuale o con le fruste elettriche l’uovo e lo zucchero…

Unire lo yogurt…

Il burro fuso e appena tiepido…

Versare il tutto nella scodella contenente la farina & co..
Mescolare il tutto velocemente..

Per ultimi aggiungere gli smarties e mescolare per bene per amalgamare il tutto…


Con un cucchiaio porzionare la massa ottenuta nei pirottini posizionati in uno stampo per muffin colmandoli solo per i 2/3 
Infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui 170° per circa 12’/15…

Per durare durano poco.. il mio nipotino se ne mangia quasi 3 per volta e casa di mia figlia dopo 3-4 giorni sono già finiti….

In questo momento vanno a ruba i muffin con gocce di cioccolato che alterno a quelli con la mela…
La  mia nipotina invece mangia i biscottini sempre con le gocce di cioccolato…e anche quello sono quasi finiti…
Insomma volente o nolente ( ma più volente) sono sempre in cucina a spignattare!)
O gli o gli altri spariscono comunque tutti!
Buon inizio di settimana a tutti!!

Non è necessario alzarsi all’alba per preparare gli SCONES (ricetta irlandese)

Dire che un delitto è opera di una società, il risultato matematico di alcuni “fattori ambientali”…

E’ una di quelle offese che il nostro tempo rivolge continuamente alla libertà individuale e alla libertà in genere…
Vitaliano Brancati (1907-1954)

Qualche giorno fa ho ricevuto la telefonata proveniente da un call center: il ragazzo che mi aveva contattata ( si sentiva che era giovane e aveva un voce gentile) mi invitava a cambiare gestore telefonico a favore di Fast Web e mi ha elencato i vantaggi che questo cambio avrebbe apportato sia come prezzo che come velocità di connessione…
La proposta mi sembrava  interessante ma mi riservavo di parlarne con mio figlio che di solito mi consiglia bene..
Gli chiedo di ritelefonarmi il giorno dopo..
Nel frattempo mi sono consultata con Simone il quale molto sbrigativamente mi dice: “Di solito ti propongono qualcosa che conviene solo a loro”!


Puntuale il ragazzo mi ha richiamata  il giorno dopo e gli ho annunciato  che la sua proposta non mi interessava..almeno per il momento…
E lui mi ha ringraziata  per non avergli sbattuto il telefono in faccia subito fin dalla prima telefonata e per averlo ascoltato pazientemente..
“Ma perché avrei dovuto fare così? Lei sta lavorando e il lavoro di chiunque va rispettato”!
Pensiamo ogni tanto a questi ragazzi , a volte stranieri che parlano un ottimo italiano che per 6-8 ore al giorno, ininterrottamente e per poche centinaia di euro,   devono sciorinare le proposte convenienti o meno dei vari gestori telefonici o energetici ( si dice così?)….
Ministro Fornero sarebbe contenta se sua figlia o suo figlio dopo 20 anni di studio dovesse finire in un call center o a spazzare le strade ( con tutto il rispetto per la categoria) giusto per non chiudersi nel proprio guscio..Una volta entrati nel sistema si possono guardare intorno..intorno ma dove???
Pensiamo alla salute ..quando questa c’è …a volte minata dalla disperazione quando il lavoro manca!
  
Tempo di preparazione: 20′
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
270 gr di farina autolievitante
50 gr di burro
50 gr di zucchero di canna Bron sugar Malawi
140 gr di latte parzialmente scremato
30 gr di uvetta
Sciroppo d’acero Maple Joe q.b.

Intridere la farina con il burro a temperatura ambiente…

E questo è lo zucchero di canna che ho scelto per questi scones: Zucchero di canna della qualità Malawi adatto ai dolci e alla prima colazione….

Aggiungerlo alla farina che abbiamo appena mescolato con il burro e lavorare per bene l’impasto…

Unire poco per volta il latte fino ad ottenere una massa omogenea…

La ricetta originale prevedeva l’aggiunta dell’uva passa precedentemente ammollata in acqua tiepida e quindi strizzata e tamponata con carta da cucina..
Cosa che ho fatto ma, prevedendo che mio figlio non l’avrebbe gradita, ho diviso l’impasto  in due parti: nella seconda l’uvetta era assente…..
Senza sapere che lui avrebbe fatto fuori i due tipi..cominciando proprio dagli scones in  cui era presente proprio lei..la famigerata uva passa!!!

Lavorare l’impasto fino a quando l’uva passa si è perfettamente amalgamata…

Con il matterello stendere la sfoglia ad un’altezza di 1 cm o poco meno e incidere con un tagliapasta piccolo o, come ho fatto io, con un bicchierino…

Forse in questa foto si vede meglio lo spessore della sfoglia…

Un’astuzia: bagnare la teglia e farvi aderire la carta da forno così non si sposterà neanche di un millimetro..e adagiarvi i tondelli un poco distanziati ma neanche tanto ..
Cresceranno solo  in altezza….

Infornare in forno preriscaldato e ventilato con il termostato impostato sui 180° per circa 8’…

E qui entra in scena lo sciroppo d’acero…

Che renderà questi semplici dolcetti..indimenticabili…

Tanto per cominciare bene la giornata!!!
Buona domenica a tutti!!!

Muffin all’albicocca e il Censimento

Nel teatro si vive sul serio…….



Quello che gli altri recitano male nella vita……


Eduardo De Filippo ( 1900-1984)


Forse non sono stata attenta ma mi sembra che alla TV non siano apparsi molti spot relativi al Censimento….

Poche informazioni, esattamente come dieci anni fa…..
Nel 2001 i vari comuni fecero dei brevi corsi di formazione per coloro che si proponevano come distributori dei questionari…..
Costoro avevano un certo numero di famiglie cui consegnare i moduli e dovevano inoltre aiutare chi non riusciva a districarsi tra le varie domande: la prima parte riguardava l’abitazione e la seconda il nucleo famigliare…
Ora c’è aria di risparmio e quindi i moduli vengono inviati per posta…ed ormai tutti dovrebbero averli ricevuti…..
Ma quello che lo spot televisivo non chiarisce è che la compilazione corretta dei moduli è una cosa dovuta e non lede la privacy ( alcune persone, all’epoca, non lo volevano compilare invocando la riservatezza dei dati…come se in un paese come il mio tutti non sapessero tutto di tutti)……
Che ci sono dei termini per la consegna….
Che presso i comuni si può prendere appuntamento per farsi aiutare nella compilazione…..
Che si possono compilare ed inviare on line…..
Che nessuno è stato incaricato dal Comune di appartenenza ad aiutare a domicilio la compilazione dei moduli ….. quindi occhio…specie per le persone anziane…..
Che le indicazioni allegate vano lette accuratamente…..sono chiare ed esaustive….
Che i moduli sono predisposti per una lettura ottica e quindi se si dovesse mettere una crocetta nel quadratino sbagliato basta annerirlo completamente..
Nel caso che questi moduli non fossero consegnati nelle tempistiche indicate dal comune insorgerebbero vari problemi: ho saputo che si può perdere la residenza , la cancellazione dall’ASl di pertinenza e forse altre cosette fastidiose…
Spero di non aver scritto cose inesatte…nel qual caso le mie amiche potranno, nei commenti eventuali, farmi avere rettifiche ed eventuali altri chiarimenti…..
E ora parlando di piacevolezze ecco l’ennesima ricetta dei muffin…..
Non posterò dei dolcetti per Halloween: per sapere qualcosa di più circa un rito che non ci appartiene andare a vedere qui, ma i muffin sono stati e lo saranno a lungo una piacevole sorpresa che la cucina d’oltre oceano ci propone oltre ad una marea di altre golosità….
Tempo di preparazione: circa 20′
Costo: medio
Difficoltà:*
INGREDIENTI per 10 muffin

1 bicchiere di acqua fredda
75 gr di albicocche secche tritate
100 gr di burro
120 gr di zucchero di canna
1 uovo
275 gr di farina 00
7 gr di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
1 biccchiere di latte

Porre le albicocche secche e tritate in acqua fredda, portare ad ebollizione e cuocere a fuoco basso per 5’…..

Togliere dal fuoco e aggiungere il burro e lo zucchero di canna …..

Mescolando con cura fino a completo scioglimento….
Far intiepidire…

Unire il latte, l’uovo…..

Versare ora i liquido in una scodella in cui avremo posto la farina setacciata precedentemente con il lievito, la vanillina e il pizzico di sale…..

Mescolare quel tanto che serve per ottenere un composto come appare qui sotto…

Disporre nei vani di uno stampo per muffin i pirottini di carta da forno e suddividere equamente il composto: non deve superare i 2/3 dei pirottini…

Infornate ora in forno statico preriscaldato e ventilato a 170° per 20’/25’…..

Ed ora eccoli qui ben cotti …. biondi…profumati…..

Non decoro i muffin con frosting di nessun genere….a parte qualche rara occasione…

Se ho della panna montate ne metto un ciuffetto…..
Ai miei i dolci o dolcetti piacciono senza tanti fronzoli o grassi aggiuntivi. ma ognuno è padrone di arricchirli come meglio crede..la fantasia non manca certo alle mie amiche!!!