Subscribe via RSS

Strudel di Cipolle alla Fiammetta

Questa ricetta cucinata da Fiammetta Cicogna in compagnia di Benedetta sembra un normale strudel, in realtà non è un dolce, bensì una sorta di quiche alle cipolle che davvero merita essere sperimentata per chi è amante del genere.

Puntata I Menu di Benedetta: 28 settembre 2012 (Menu Sembra ma non è)
Tempo preparazione e cottura: 80 min ca.

Ingredienti Strudel di Cipolle alla Fiammetta per 4 persone:

  • 3 cipolle
  • 3 acciughe
  • olio
  • acqua qb
  • pinoli qb
  • olive taggiasche qb
  • uvetta qb
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 1 tuorlo
  • latte qb

Procedimento ricetta Strudel di Cipolle alla Fiammetta di Benedetta Parodi

  1. Stemperare le acciughe in padella con un po’ d’olio
  2. Unire le cipolle affettate e farle stufare aggiungendo dell’acqua e salare.
  3. Tostare in un’altra padella i pinoli.
  4. Unire alle cipolle le olive tritate al coltello e l’uvetta.
  5. Una volta ben stufate le cipolle, togliere dal fuoco e unire anche i pinoli.
  6. Stendere la pasta sfoglia e farcirla con il ripieno alle cipolle, poi richiuderla arrotolandola e sigillando bene i bordi.
  7. Spennellare la superficie con il tuorlo diluito con un goccio di latte.
  8. Bucherellare la parte superiore dello strudel con uno stecchino.
  9. Cuocere in forno a 180 gradi per circa 40 minuti.

Agnolotti del Plin di Ossobuco

Benedetta Parodi ci propone questa sera una interessante variante della classica ricetta degli agnolotti del plin, cucinati in questa versione con l’ossobuco. Se volete provarla anche voi, ecco come fare!

Puntata I Menu di Benedetta: 28 settembre 2012 (Menu Sembra ma non è)
Tempo preparazione e cottura: 90 min. ca.

Ingredienti Agnolotti del Plin di Ossobuco per 4 persone:

  • 200 gr di sedano
  • 200 gr di carota
  • 100 gr di cipolla
  • 2 ossobuchi di vitello
  • salvia qb
  • rosmarino qb e alloro qb
  • 5-6 pistilli di zafferano
  • scorza e succo di limone e arancia qb
  • pomodori pelati qb
  • pasta fresca qb
  • acqua qb
  • burro qb
  • scorza e succo di limone e arancia qb
  • fondo di cottura qb
  • parmigiano qb

Procedimento ricetta Agnolotti del Plin di Ossobuco di Benedetta Parodi

  1. Tagliare le verdure a pezzetti piccoli.
  2. Rosolare gli ossobuchi in padella, poi aggiungere anche le verdure sminuzzate, gli aromi, lo zafferano e le scorza di agrumi.
  3. Aggiungere anche i pomodori, il succo di arancia e limone e il brodo; lasciare cuocere coperto per un ora.
  4. Tenere da parte un po’ di fondo di cottura, poi frullare al mixer la carne con le varie verdure cotte per ottenere la farcia degli agnolotti.
  5. Spennellare la pasta fresca con un po’ d’acqua e farcirla con tante palline di ripieno, poi richiudere gli agnolotti facendo il plin e tagliandoli.
  6. Per la gremolada sciogliere in padella il burro con succo e scorza di arancia e limone e un po del sugo di cottura degli ossobuchi.
  7. Lessare gli agnolotti in acqua bollente pochissimi minuti poi saltarli in padella con il sugo.
  8. Completare con parmigiano.

Angel Cake

La salute è il primo dovere della vita…
Oscar Wide (1854-1900)

Sacrosanta l’affermazione di Wilde….
Ma quanti ci pensano seriamente?
A volte mi capita di vedere bambini sovrappeso…dei piccoli boiler che camminano con a fianco dei genitori altrettanto grassi..
La salute comincia dall’educazione alimentare che dovrebbe essere impartita fin dalla più tenera età: mangiare ad orario con piccoli spuntini a metà mattina e pomeriggio…
Andare a dormire la sera alla stessa ora, possibilmente, evitando che i piccoli saltino  e ballino fino a tarda ora solo perché i genitori …magari..non vogliono interrompere la visione di uno spettacolo televisivo…. 

Lavare regolarmente denti e mani anche se  i bimbi non ne hanno nessuna voglia…. e via dicendo…
Quando sono più grandicelli evitare che, essendo ormai autonomi, possano svaligiare il frigo a piacimento….
Far conoscere i pericoli dell’alcol e del fumo e renderli diffidenti da coloro che voglio iniziarli all’assaggio di pastigliette misteriose e affascinanti….le discoteche e le cattive compagnie sono sempre fonte di guai…
La tentazione può essere  forte… 
Mi sembra di essere un grillo parlante e di parlare di comportamenti che dovrebbero essere ovvi…ma forse non è così…

La ricetta del dolce, preparato tanto tempo fa ( le foto purtroppo non sono un granchè)  è del grande Gualtiero Marchesi ….
Grazie!!!
Tempo di preparazione: 20′
Costo: Basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI

100 GR DI FARINA 00
8 GR DI LIEVITO PER DOLCI
1 PIZZICO DI SALE
280 GR DI CHIARE D’UOVO
1 CUCCHIAINO DI ESSENZA DI VANIGLIA
180 GR DI ZUCCHERO ERIDANIA
1 CUCCHIAIO DI LIQUORE AMARETTO O ALTRO LIQUORE A PIACERE

Setacciare tre volte la farina con il lievito e il pizzico di sale..
Mettere da parte…

Montare gli albumi con il pizzico di sale e l’essenza di vaniglia…
Aggiungere poco per volta lo zucchero Eridania….

Gli albumi sono veramente tanto quindi occorre armarsi di pazienza e montare a lungo fino ad ottenere un massa bella gonfia e soda come appare qui sotto..
Se si possiede un elettrodomestico potente si fa in un attimo altrimenti ogni due minuti fare una piccola pausa per non surriscaldare il motore,.

Aggiungere il liquore continuando a montare..

E per ultima, poca per volta, la farina setacciata precedentemente con il lievito e il sale….

Ora versare in uno stampo con foro centrale ..il mio era di metallo antiaderente ..
Infornare in forno preriscaldato, ventilato con il termostato impostato sui  a 170° per circa 35′…
Fare sempre la prova dello stuzzicadenti…

Far raffreddare e servire a fette….

Lascio alla fantasia delle mie amiche di guarnire il dolce come meglio suggerisce la loro fantasia!!
Comunque anche così com’è è buono e profumato…io sono per le cose semplici!!
Buon inizio di settimana a tutti!!!