Subscribe via RSS

Pastine plum cake

La vita è piacevole.
La morte è pacifica.

E’ la transizione che crea dei problemi….
Isaac Asimov (1920-1992)

A casa di mia figlia, mentre la mia piccina dorme e non posso fare altro spesso mi metto a consultare la sua scarna biblioteca di libri di cucina…
Non sono polemica…basta già la mia per almeno un buon numero di cuoche..
Ma tra queste poche pubblicazioni vi sono due grossi volumi che per me sono stati veramente preziosi..
Belle ricette, nessuna illustrazione… ma il  nome di coloro che hanno dato alle stampe questi grossi tomi  sono  una vera garanzia…
Ogni tanto pubblico le ricette di questi due grandi professionisti dei fornelli, mi riferisco a Gualtiero Marchesi e Ada Boni, citandoli ovviamente, e a volte mi stupisco per i nomi fantasiosi con cui etichettano le loro preparazioni…
Queste pastine, in particolare, sono ispirate ad una  ricetta di Ada Boni…
Forse le più giovani non sanno nemmeno chi sia… ma le loro mamme certamente si!!!

Tempo di preparazione: 20′ più  12 ‘ di cottura
Costo: basso
Difficoltà:*

INGREDIENTI
75 gr di farina 00
60 gr di burro
60 gr di zucchero
2 uova
1 cucchiaio di cedro candito
40 gr di uvetta ammollata in poco rum
La buccia grattugiata di un limone non trattato


Per prima cosa mettere in ammollo l’uvetta nel rum…
In una scodella montare con le fruste elettriche il burro morbido con lo zucchero…
Unire quindi un uovo intero per volta….

Ottenuta una massa ben amalgamata e soffice unire con lo spargifarina la farina…

Ora è la volta della buccia di limone non trattato grattugiata, dell’uvetta strizzata….

E dei candidi di cedro…in mancanza di questi usare ciò che si ha a disposizione…

Prelevare delle piccole porzioni d’impasto e collocarle nei “vani” di uno stampo al silicone…a me sono stati necessari due …
In totale ho ottenuto 19 pastine…tanto per essere precisa…

Infornare in forno preriscaldato e ventilato con il termostato impostato sui 170° per circa 12’…

Ecco qui sotto come dovrebbe essere la tonalità, dorata, dopo la cottura…

Queste pastine sono morbide e si sciolgono in bocca..quindi se non si prevede un consumo a breve possono essere conservate in frigo. Sconsiglio la conservazione nelle scatole di latta che è ideale per i biscotti secchi…
Volendo si possono anche congelare…
Non ho dimenticato il lievito nella lista ingredienti: non è stato usato..

Una Ghiaccia Reale Alternativa

Continua l’excursus sulle preparazioni di base per dolci con una particolarissima ed alternativa ricetta della ghiaccia reale. Come la pasta di zucchero è molto facile da preparare! Ecco gli ingredienti:

  • 1 albume
  • 225gr di zucchero a velo
  • 1/2 cucchiaino di glicerina
  • qualche goccia di succo di limone
  • coloranti alimentari liquidi
Per prima cosa bisogna setacciare lo zucchero a velo. Dopodichè ho messo in una ciotola l’albume e l’ho sbattuto leggermente per separarlo. Ho aggiunto gradatamente lo zucchero a velo, infine la glicerina e il succo di limone. A seconda del dolce che devo preparare divido il composto e lo tingo con diversi coloranti alimentari.
Se devo ricoprire una torta lascio asciugare ogni strato una notte (generalmente ne metto 2 o 3). Spero di esservi stata utile, con queste dosi mi trovo molto bene, non ho mai avuto problemi e tutti sono sempre rimasti molto soddisfatti sia dell’aspetto che del sapore.
Buon appetito e alla prossima!!! 


Menu Toscano – 1 ottobre 2012

Stasera torniamo con Benedetta nella meravigliosa Toscana, terra di meravigliosi paesaggi ma anche di ottima cucina che offre centinaia di piatti tipici.

Qui sotto riepiloghiamo le ricette cucinate in questa puntata, mentre per chi vuole suggeriamo di visitare anche altre ricette dal menu toscano della scorsa edizione a questa pagina.

il Menù di Benedetta del 01 ottobre 2012

(clicca sui link per vedere le ricette)

Antipasto: PANZANELLA
Primo: PAPPARDELLE AL CINGHIALE
Secondo: POLLO ALL’ENRICA CON FAGIOLI ALL’UCCELLETTO
Dolce: CANTUCCI